Macerata, CasaPound contro l’amministrazione comunale guidata da Carancini: “Parlateci delle Foibe”

“È vergognoso che l’unico evento proposto in ricordo di oltre 10 mila italiani infoibati sia organizzato dall’Istituto Storico Della Resistenza”

“Parlateci delle Foibe”, questo il testo dello striscione affisso in città da CasaPound Italia a seguito del comunicato apparso sulla pagina Facebook del Comune di Macerata, riportante la firma del sindaco Romano Carancini.

Siamo allibiti nel constatare – dichiara in una nota CasaPound Italia – quanto le Foibe siano ancora un tabù, minimizzato da giunte di sinistra con squallide tendenze negazioniste”.

“È vergognoso che l’unico evento proposto dall’amministrazione in ricordo di oltre 10 mila italiani infoibati dai partigiani di Tito sia organizzato dall’Istituto Storico Della Resistenza. Istituto, quest’ultimo, fondato nel 1949 con l’unica finalità di diffondere i valori dell’antifascismo e della resistenza. Gli stessi valori che portarono al tragico e sanguinario epilogo per i nostri connazionali”.

“Nel suddetto post – conclude la nota – il sindaco strumentalizza le Foibe per ribadire le proprie criminali e sciagurate politiche migratorie paragonando velatamente gli italiani vittime dell’eccidio ai migranti di oggi. Un’uscita infelice che accompagna l’ennesima minimizzazione di un tema che dovrebbe unire tutti gli italiani”.