Macerata, arrestato spacciatore nigeriano latitante: dimorava a Tolentino

Il 27enne è stato fermato nei pressi del parco di Sforzacosta

Nella giornata di ieri (4 ottobre), il personale della Squadra Mobile diretta dalla Dott.ssa Maria Raffaella Abbate ha catturato ed arrestato un cittadino nigeriano, O.J., 27 anni, accusato di detenzione ai fini di spaccio di eroina.

 

Il mandato di cattura, emesso dalla Procura della Repubblica di Macerata, su richiesta del Procuratore Capo Giovanni Giorgio, è scaturito da una complessa e rapida attività d’indagine condotta dalla Squadra Mobile con cui è stato possibile accertare che il cittadino nigeriano ha eseguito centinaia cessioni di sostanza stupefacente del tipo eroina nel territorio di Macerata in un periodo temporale che va dalla fine del 2017 ad agosto 2018, si tratta di circa duecento cessioni per un giro di affari di circa 6000 euro.

L’operazione di polizia giudiziaria denominata “Generale” condotta da questa Squadra Mobile che già ha portato ad eseguire 4 ordini di custodia cautelare, il 4 aprile 2018 scaturisce da un’indagine avviata con il decesso per overdose della giovane Tamara Giorgetti deceduta il 1 luglio 2018.

Quando la Procura ha emesso il mandato di cattura O.J., risultava irreperibile in questo territorio così gli operatori della Squadra Mobile si sono messi sulle sue tracce anche seguendo alcuni amici dell’uomo ed hanno così potuto accertare che aveva abbandonato il territorio per un periodo.

Gli agenti, hanno appreso che dopo le numerosissime operazioni ed arresti eseguiti a Macerata, gli spacciatori per sottrarsi alle forti pressioni e controlli della Polizia cercavano di eludere i controlli raggiungendo il capoluogo tramite treno, autobus e addirittura alle volte autostop e soprattutto rimanendo a margine del centro cittadino così da evitare la Polizia. Per questo motivo le attività di ricerca sono state estese anche fuori regione.

Pochi giorni fa con l’intensa attività investigativa, le informazioni raccolte sul territorio e le approfondite indagini condotte senza soluzione di continuità gli uomini della Squadra Mobile sono venuti a conoscenza che il cittadino nigeriano era rientrato in zona spostando, negli ultimi tempi, la sua dimora nel territorio di Tolentino ma, muovendosi con mezzi di trasporto pubblici come treni e autobus, era difficile da intercettare.

Ieri pomeriggio gli operatori si sono appostati nei pressi del parco di Sforzacosta lungo la SS 77, così da poter sottoporre il territorio ad una minuziosa osservazione quotidiana. Intorno alle ore 15 gli agenti dell’antidroga, confusi tra gli utenti del parco, sono riusciti a scorgere il soggetto ricercato, che aveva cambiato il suo aspetto tagliando i lunghi capelli e la barba. I poliziotti si sono avvicinati allo straniero bloccandolo a terra in modo tale da non lasciargli vie di fuga e lo hanno arrestato.

Il Gip del Tribunale di Macerata Dott. Domenico Potetti, su richiesta del Procuratore Capo della Repubblica Giovanni Giorgio ha emesso nei suoi confronti del cittadino nigeriano un ordine di custodia cautelare.

 

redazione
Author: redazione

Potrebbe interessarti anche

                       

Articoli correlati

                       

Dalla home
VUOI RIMANERE SEMPRE AGGIORNATO?

Iscriviti al nostro
canale telegram

Autore

I Più LETTI
DELLA SETTIMANA

I Più condivisi
DELLA SETTIMANA

 

Ultime NEWS