Ad Clicks : Ad Views : Ad Clicks : Ad Views : Ad Clicks : Ad Views : Ad Clicks : Ad Views :

Lupoli torna a Fermo da ex: “Sarà una grande emozione”

/
img
Arturo Lupoli

SERIE C – L’attaccante è una delle pedine brillanti della Virtus Verona

di Lorenzo Attorresi

Matteo Gasperi era un ex Primavera del Cesena che a Fermo due anni fa partì addirittura titolare in C collezionando però solo tre spezzoni. Victor Da Silva, talento mai completamente espresso, arrivò al Recchioni nello stesso periodo salutando dopo un anno e mezzo, 36 presenze totali e 3 reti. All’inizio del 2017/18 a Fermo si palesò anche…Arturo Lupoli che lasciò sicuramente il marchio più originale: in maglia gialloblù in due stagioni complete l’ex Arsenal ha registrato 12 gol in 72 gettoni, una salvezza, un playoff e soprattutto mai una partita saltata per infortunio. Domenica tutti e tre torneranno a viale Trento da ex con la loro attuale squadra, la sorprendente Virtusvecomp Verona. Emozionato Arturo Lupoli che guida la banda dei vecchi canarini ora in Veneto. “Da Silva ha una grande concorrenza perché sulla trequarti lottano per giocare il capitano Danti, l’ex Padova Marcandella e Manarin. Nelle 5-6 partite che ha giocato ha fatto bene. Gasperi è reduce da un mese di cure al collaterale, è un altro giocatore rispetto a due stagioni fa, con molta più personalità”, ha raccontato King Athur. E poi c’è lui che di ko ne ha patiti anche troppi sino ad ora. “In estate ho subìto una distorsione alla caviglia che non sembrava nulla di grave e invece si trattava di lesione a un legamento e a un po’ di cartilagine. Alla terza di campionato la stessa caviglia è andata ko e, quando poi iniziavo a stare bene, mi sono stirato all’adduttore rimanendo fermo 3-4 settimane. Sono rientrato domenica scorsa con il Piacenza”.

Probabilmente al Recchioni Lupoli entrerà nella ripresa per creare scompiglio, avendo nel frattempo mister Gigi Fresco trovato il suo tandem da paura: Odogwu, ex serie D, e Magrassi (un passato anche al Matelica), 6 reti a testa. “Due prime punte con caratteristiche diverse e che stanno facendo molto bene”, il giudizio di Lupoli che domani al Recchioni non troverà il suo ex tecnico Flavio Destro. “Sorpreso dal suo esonero? Sinceramente sì. Ora c’è Antonioli che non conosco, ma ne parlano bene. Io sarò sicuramente emozionato perché di Fermo ho bei ricordi, saluterò tantissime persone anche se dentro i 90 minuti ognuno guarderà per sé pensando al risultato”. Nella Virtus del presidente-allenatore Gigi Fresco, oltre a Lupoli anche gli ex Serie A Santacroce, Cazzola e Sammarco. “La società ha scelto di mettere dentro 4-5 persone che diano un’impronta allo spogliatoio – ha chiuso Lupoli -. Lo scorso anno la Virtus retrocesse ai playout per delle banalità, incassò ad esempio 6-7 gol nei minuti di recupero. Per un pareggio in meno non riuscì a salvarsi…”.

  • Facebook
  • Twitter
  • Google+
  • Linkedin
  • Pinterest
This div height required for enabling the sticky sidebar
error: Contenuto protetto !!