Lunedì torna a far capolino la neve sull’Appennino marchigiano

Dal pomeriggio previste precipitazioni abbondanti dai 1200 metri, in calo fino a 800 metri

E’ in arrivo un altro peggioramento di carattere tipicamente invernale a causa di una massa d’aria più fredda che investirà tutta la Penisola nelle prossime ore. Secondo gli esperti de IlMeteo.it, tornerà la neve, localmente a bassa quota, accompagnata da temporali e venti forti fino a 70-80 km/h. Il tutto avrà inizio lunedì 11 marzo, quando un fronte instabile e freddo arriverà da Nord (al mattino) causando un crollo delle temperature, grandinate e temporali.

Sono attese nevicate intense, su tutto l’arco Alpino (dal Piemonte fin verso il Friuli Venezia Giulia) a partire dai 1000 metri d’altitudine ma in rapido calo fino a 600 m.

Dal pomeriggio di lunedì 11 il fronte freddo si metterà in cammino verso l’Italia Centro-Meridionale portando nevicate intense ed abbondanti (fino a 30-40 cm) su Appennino Abruzzese e Marchigiano, dai 1200 metri, in calo fino a 800 metri. In serata attenzione ai temporali nevosi in Molise e sull’Appennino Calabro-Lucano. L’ulteriore apporto di aria fredda determinerà un calo della quota neve al Centro-Sud nella giornata di martedì 12 Marzo con fiocchi bianchi dai 450-500 m su Puglia (Gargano-Sub-Appennino Dauno-Murgia), Basilicata e Campania.

Da segnalare inoltre la presenza di un forte vento da Nord, gelido, che si attiverà al passaggio del fronte freddo con raffiche vicine ai 100 km/h. Si prevede infatti il Mar Adriatico in burrasca, così come anche lo Jonio e il basso Tirreno.

Franco Cameli
Author: Franco Cameli

Potrebbe interessarti anche

                       

Articoli correlati

                       

Dalla home
VUOI RIMANERE SEMPRE AGGIORNATO?

Iscriviti al nostro
canale telegram

Tag
Autore

I Più LETTI
DELLA SETTIMANA

I Più condivisi
DELLA SETTIMANA

 

Ultime NEWS