L’ultimo saluto a Michele tra commozione e un gesto di grande cuore

Oggi (11 settembre) la benedizione della salma. Gli amici organizzeranno una commemorazione in suo onore

Una tragedia senza fine quella che ha colpito la città di Morrovalle mercoledì 9 settembre. La morte di Michele Scaramucci a soli 22 anni ha lasciato nel dolore più profondo la sua famiglia, gli amici e l’intera comunità del comune maceratese. Michele ha perso la vita nello schianto avvenuto a Montecosaro Scalo contro un’auto guidata da un ottantenne del posto, ora indagato per omicidio stradale (leggi il nostro articolo).

 

Il babbo Giulio e la mamma Anna Balassa hanno deciso di donare le cornee; un gesto di generosità e amore per il prossimo in un momento così difficile. Sono stati i medici dell’ospedale di Civitanova ad occuparsi dell’espianto.
I genitori di Michele gestiscono una piccola impresa di autotrasporti dove il ragazzo lavorava e coltivava la sua immensa passione per i motori. Il 22enne lascia anche i nonni e tre fratelli.

 

L’intera città di Morrovalle è in lutto. Anche il sindaco Stefano Montemarani ha espresso il suo cordoglio: “Questo fatto così luttuoso ha generato nell’animo dei miei concittadini, di qualsiasi età, una sensazione di incredulità e sgomento – commenta –. L’intera comunità morrovallese si stringe attorno alla famiglia e si unisce al terribile momento di dolore per questo gravissimo lutto”.

La salma di Michele Scaramucci oggi (11 settembre) sarà trasferita a Montecosaro, nella Casa funeraria Soft, in via Roma 257. Alle 17.30 ci sarà la benedizione della salma. In ricordo del compagno, gli amici stanno organizzando una commemorazione in suo onore, che sarà presieduta dal parroco don Luigino. Tantissimi i messaggi di cordoglio sui social.

Dalla Home


Vuoi rimanere sempre aggiornato?

Articoli più letti della settimana

Articoli più condivisi