Lube Academy, presentato il nuovo direttore tecnico Federico Giunti

La presentazione al Teatro Comunale di Treia

Nella splendida cornice del Teatro Comunale di Treia, questa mattina si è tenuta la presentazione ufficiale del nuovo diirettore tecnico della Lube Academy, Federico Giunti.

Una nuova e stimolante avventura per l’ex allenatore della Maceratese, che ricoprirà questa nuova veste in un progetto ambizioso che avrà come punto centrale la valorizzazione dei giovani. Dopo una breve apertura del presidente del Gruppo Lube, Luciano Sileoni, a prendere la parola è l’amministratore delegato Fabio Giulianelli che inoltra gli obiettivi e il programma della Lube Academy: “Essere ospiti qui in teatro è una soddisfazione e per questo devo ringraziare l’amministrazione comunale. Con questo progetto noi dobbiamo fare in modo che i ragazzi abbiano la possibilità di misurarsi tecnicamente ma soprattutto mentalmente. Dobbiamo metterli in condizione di rialzarsi perché i successi arrivano solo con il sacrificio e il lavoro e su ciò con Federico ci siamo trovati d’accordo dopo due minuti. La parola sacrificio dovrà essere la nuova metodologia di lavoro”. Un progetto che non va solo a toccare l’ambito sportivo, ma anche quello sociale e collettivo”. L’idea è quella di creare un college americano con un dopo scuola dove i ragazzi possono fare i compiti, perché è importante fare sport, ma è altrettanto importante andare bene anche a scuola. I giovani vanno seguiti e per noi levare per esempio quattro-cinque ragazzi dalla strada ogni volta vale come vincere un campionato“.

Un entusiasmo crescente un questi giorni ha avvolto la Lube per questo nuovo avventura nell’ambito calcistico e che ha portato anche a molte voci di un possibile disimpegno nel volley, smentite però sia dal patron Sileoni prima che fa Giulianelli poi: “La Lube non lascia il volley. Abbiamo detto semplicemente che non faremo spese pazze e questa è una volontà condivisa. È un movimento che sta degenerando quello del volley, perché non ci sono più costi sostenibili. In questi giorni non mi aspettavo tutto questa entusiasmo ed è stata una piacevole sorpresa ricevere tutte queste chiamate. Nel volley abbiamo vinto tanto e abbiamo vissuto dei momenti bellissimi, ma quello che stiamo vivendo ora ci gratica molto, anche se allo stesso ci responsabilizza oltremodo”.

Lube Academy, che raggruppa al suo interno Aurora, Treia, Treiese e Abbadiense: ” Con tutti i presidenti abbiamo trovato un accordo comune perché siamo tutti dello stesso pensiero. L’Abbadiense e la Treiese dovranno fare giocare i ragazzi di Treia usciti dalla Juniores. Bisogna dare spazio ai giovani e che hanno entusiasmo e voglia, piuttosto che prendere un over di trentacinque-quarant’ anni che viene a speculare. Daremo una lezione perché l’obiettivo è fare giocare i ragazzi del posto. Per quanto riguarda l’Aurora Treia farà il massimo per cercare di essere protagonista nel prossimo campionato, anche se non è mai facile entrare in corsa perché comunque molti giocatori già si sono accasati. Per quanto riguarda il Chiesanuova non possiamo entrare nella loro impostazione. Ci siamo dati tempo quest’anno per capire se possiamo integrarci insieme perché a oggi loro sono strutturati e non ci sono le condizioni. Dovremo lavorare anche per strutturarci negli impianti, perché il successo magari non lo vedremo subito, ma nei prossimi mesi”.

Federico Giunti

Dopo Giulianelli, a prendere la parola è il neo direttore tecnico della Lube Academy, Federico Giunti: ” Ho accettato questo incarico perché penso di poter dare qualcosa, altrimenti me ne sarei stato a casa. A me piace il contatto con il campo essendo un allenatore, ma sono entusiasta di iniziare questa nuova avventura in una nuova veste. Qui ho visto qualcosa che non ho visto da altre parti. Luciano e Fabio hanno una mente e una visione all’avanguardia e io dovrei coordinare questo ambito. Non sarà facile e quindi chiedo pazienza e collaborazione da tutte le parti. Ci tengo a dire che ho incontrato delle persone che sanno quello che fanno e di che parlano e che mi hanno dato ulteriore entusiasmo. Vogliamo che si crei un senso di appartenenza che vada dal ragazzino più piccolo dei piccoli amici fino al senatore della prima squadra. Questa è la vera sfida e ci riusciremo se tutti quanti faremo un passetto in avanti. Lunedì avremo un incontro con i ragazzi e le loro famiglie a cui rivolgerò un pensiero in particolare. Dateci fiducia, c’è tanto da fare, ma speriamo di partire con il piede giusto perché qui c’è qualcosa di unico”. Giunti poi, ha risposto a una domanda di una possibile collaborazione con il Milan, visto i suoi trascorsi in rossonero: ” In futuro non si può mai sapere. C’è già una collaborazione con una squadra professionistica e la reputo importante. Per adesso siamo competitivi così come siamo”.

Sul palco del teatro spazio poi anche al sindaco di Treia Franco Capponi e all’assessore Buschittari: ” È una giornata importante perché il progetto è importante. L’amministrazione ha investito molto sulle infrastrutture che ora sono adatte e pronte per questo progetto. Ora dovremo rinnovare la convenzione sugli impianti”. Alla domanda In caso dell’arrivo in categoria superiori, come ad esempio la Serie D e la Serie C, sulla questione impianto sportivo, il cittadino numero uno risponde ha risposto così: ” Se l’impegno della Lube c’è, vedremo in futuro. Le cose che verranno le vedremo nel tempo, perché adesso un comune piccolo come Treia non ha le risorse per costruire un’impianto sportivo di questo genere in un mondo come quello del calcio davvero complesso”.

Potrebbe interessarti anche

                       

Articoli correlati

                       

Dalla home
VUOI RIMANERE SEMPRE AGGIORNATO?

Iscriviti al nostro
canale telegram

Autore

I Più LETTI
DELLA SETTIMANA

I Più condivisi
DELLA SETTIMANA

 

Ultime NEWS