“Lube Academy”, parte il progetto: “Facciamo la storia dello sport di Treia”

Il patron Giulianelli e i settori giovanili calcistici del paese riuniti. Per ora dentro Aurora, Treiese e Abbadiense. Manca il Chiesanuova

Un unico grande polo calcistico giovanile sotto il marchio Lube. Ufficializzata durante un’apposita conferenza mattutina la nascita della “Lube Academy”, progetto rivolto ai vivai di Treia, tutti riuniti per la combo perfetta. Per ora dentro Aurora Treia, Treiese ed Abbadiense, con il patron Lube Giulianelli ad aprire pure al Chiesanuova, la società che essendo in Eccellenza è quella più in alto nella scala del calcio. “Chiesanuova deve pensare ad entrare nella struttura, le sue parole mentre illustrava i capisaldi di un nuovo viaggio nel pallone di Lube tra slides e premesse.

“Come sapete Lube è molto attaccata a Treia, è protagonista del paese – ha continuato Giulianelli -. Uno dei valori per i giovani è lo sport e il calcio è il richiamo più importante. A noi non interessa la sola questione tecnica. Dura unificare, ma è bello mettere progetto sopra ai personalismi. Lube si fa da garante al di là di ogni singola società. Faremo rete. Siamo uniti nel dire che Treia è una sola. Lube ha fatto tanto per Treia ed ha una responsabilità. Vogliamo dare un segnale importante verso i giovani che vanno seguiti e non lasciati soli, ad esempio i dati sulla droga sono uno dei segnali di fallimento di un paese”.

Parlando nello specifico del progetto, “un encomio a dirigenti di queste società che hanno dovuto superare resistenze. Lavoreremo per i prossimi tre, quattro, cinque anni”. Per adesso, come detto, l’Academy coinvolge Aurora Treia, Treiese e Abbadiense. “Con tutto ciò oggi facciamo la storia dello sport di Treia, l’Aurora è la stella polare da far crescere. Dobbiamo imparare a vincere, che è un qualcosa che ti matura. I valori si conquistano sul campo, quotidianamente”.

In chiusura uno sguardo anche al volley. “Siamo a 34 anni di volley. Stiamo valutando se riusciamo ad essere protagonisti coi giovani nel volley. Non faremo spese pazze. Macerata e Civitanova ci hanno ospitato, vorremmo essere protagonisti a casa nostra. Per Chiesanuova non siamo riusciti a metterci in sintonia, è difficile adattarsi, diamoci questo anno di tempo”.

redazione
Author: redazione

Potrebbe interessarti anche

                       

Articoli correlati

                       

Dalla home
VUOI RIMANERE SEMPRE AGGIORNATO?

Iscriviti al nostro
canale telegram

Autore

I Più LETTI
DELLA SETTIMANA

I Più condivisi
DELLA SETTIMANA

 

Ultime NEWS