Locale chiuso per assembramenti e balli: lo sfogo del titolare

Gianfranco Cirulli

Le parole di Gianfranco Cirulli del Playa Solero

I controlli della Questura di Ancona hanno portato alla chiusura per 5 giorni del bar ristorante Playa Solero a Palombina. Sull’intera vicenda è intervenuto il titolare Gianfranco Cirulli: “Ci è stato notificato questo provvedimento da parte della Questura che sabato sera ha individuato delle persone senza mascherina al volto nei pressi del bancone e a ridosso della pista. Non voglio negare una cosa del genere ci mancherebbe altro vorrei solo specificare che si trattava per la maggior parte di clienti che avevano appena finito di cenare e si erano alzati per consumare un caffé o un amaro al bancone”.

“Stiamo parlando di persone di una certa età che magari non si sono nemmeno rese conto della situazione. Resta il rammarico per come sono andate a finire le cose ma è anche vero che a volte in mezzo alla tanta confusione per noi operatori del settore è anche difficile tenere tutti sotto controllo”. Una cosa è certa il provvedimento adottato dalla Questura di Ancona costerà al titolare della Playa Solero 400 euro di multa e non solo: “Avevamo per questi giorni una serie di cene aziendali, feste di compleanno e cene a vario titolo prenotate da tempo. Abbiamo dovuto annullare tutte le prenotazioni, il bar e il ristorante dovranno rimanere chiusi fino alla giornata di venerdì. Nessuna limitazione invece per quello che riguarda lettini ed ombrelloni. Bar e ristorante torneranno operativi a partire da sabato”.

Vuoi rimanere sempre aggiornato?

Articoli più letti della settimana

Articoli più condivisi

Ultime dalla provincia