“Lo tiro io”: diatriba Njambe-Giampaolo per il rigore maledetto -VIDEO

A sinistra Njambe intenzionato a battere il rigore, a destra Giampaolo prima di calciare

SERIE D – Errore fatale dagli undici metri, la poca serenità al momento del tiro gioca un brutto scherzo al Castelfidardo

Nella prima sconfitta del Castelfidardo al Mancini, di certo determinante è stato l’episodio del calcio di rigore per i biancoverdi decretato da De Angeli di Milano per l’atterramento di Braconi.  Gli istanti immediatamente precedenti al tiro dal dischetto hanno di certo turbato la necessaria serenità e concentrazione in un momento decisivo della gara.

Subito dopo il fischio dell’arbitro infatti Njambe ha fatto suo il pallone dimostrando l’intenzione di incaricarsi della battuta del rigore. Momenti di confusione tra le maglie biancoverdi, dato che è Giampaolo il tiratore designato per i penalty a favore dei biancoverdi, con Lauro che ha dovuto richiamare il suo numero 9 convincendolo a lasciare il pallone al compagno. Il numero 10 si è dunque presentato davanti a Santilli, ma stavolta ha dovuto fare i conti anche con la reattività dell’estremo difensore ospite, bravo ad intuire e respingere il tiro del fantasista di casa.

Non si può mai dire con certezza che senza quei momenti di esitazione sarebbe andata in modo diverso, ma come nel calcio spesso accade, specie con il risultato ancora incerto, sarebbe opportuno evitare di creare situazioni di tensione del genere, come ha tenuto a specificare anche il tecnico Lauro al termine della gara.

error: Contenuto protetto !!