Lite in strada: 19enne sfoga la rabbia con calci e pugni contro un’auto

Gli interventi del fine settimana della Polizia di Ancona

Maxi controlli in tutto il capoluogo nelle ultime 24 ore con un’incisiva presenza di poliziotti per una capillare attività di repressione contro ogni forma di illegalità, soprattutto contro i reati predatori con perlustrazioni anche delle zone interne e periferiche della città. Gli agenti delle Volanti di Ancona hanno effettuato una trentina di interventi per liti non violente, falsi allarmi, pubblico soccorso, viabilità, schiamazzi, che hanno portato alla denuncia nei confronti di tre persone.

Questa notte, alle 2.10 circa, gli agenti sono intervenuti in via Martiri della Resistenza dove sono stati segnalati degli schiamazzi provenire dalla strada. I poliziotti hanno identificato un 19enne anconetano che, dopo aver litigato animatamente con un altro individuo, aveva sfogato la sua rabbia contro un’auto parcheggiata nelle vicinanze, prendendola a calci e spaccando il deflettore posteriore. Il giovane è stato pertanto accompagnato in Questura e denunciato per il reato di danneggiamento.

Ieri sera, verso le 23.50, gli agenti delle Volanti sono intervenuti in via Flaminia dove, nei pressi di un parcheggio della spiaggia di Palombina, è stata segnalata la presenza di un’auto parcheggiata al posto riservato ai disabili. La macchina è stata rimossa con la conseguente sanzione amministrativa, dando modo all’avente diritto di poter parcheggiare la sua autovettura.

Sempre ieri sera, un moldavo di 36 anni, è stato sanzionato per ubriachezza e il possesso di contenitori in vetro. L’uomo, controllato in piazza Roma, aveva già consumato una bottiglia di vino e una birra che aveva riposto accanto a lui.

Ieri mattina, gli agenti sono intervenuti in piazza Cavour in auto al personale della Conerobus: una donna ucraina di 54 anni era salita sul mezzo pubblico con un biglietto contraffatto, in quanto era cancellata la parte relativa alla validità. Per tale motivo la donna è stata accompagnata in Questura e sottoposta agli accertamenti d’identità. La 54enne aveva fornito false generalità. Per entrambi i reati è stata indagata in stato di libertà.

redazione
Author: redazione

Potrebbe interessarti anche

                       

Articoli correlati

                       

Dalla home
VUOI RIMANERE SEMPRE AGGIORNATO?

Iscriviti al nostro
canale telegram

Autore

I Più LETTI
DELLA SETTIMANA

I Più condivisi
DELLA SETTIMANA

 

Ultime NEWS