Lite in quarantena: coppia positiva al Covid chiama operai per montare mobili

I dipendenti della ditta, ignari, erano in casa durante la discussione

Personale del Commissariato di Fabriano, in servizio di controllo del territorio volante 113, è intervenuto in un’abitazione del centro cittadino, dove era stata segnalata una lite tra marito e moglie in fase di separazione.

 

Sedato il diverbio, gli Agenti accertavano che i coniugi, entrambi trentenni, si trovavano in regime di quarantena obbligatoria poiché positivi al virus Covid-19 e che, insieme a loro, in casa erano presenti alcuni operai di una nota azienda rivenditrice di mobili, i quali, ignari della situazione, stavano montando gli arredi acquistati dalla coppia.

 

I due operai venivano immediatamente allontanati dall’abitazione per evitare rischi di contagio, mentre i due coniugi, che tra l’altro non indossavano neppure la mascherina, sono stati denunciati all’Autorità giudiziaria per avere adottato una condotta idonea alla diffusione di una malattia pandemica.

LE ULTIME NOTIZIE DA FABRIANO

error: Contenuto protetto !!