Leonardi (FdI): “Nel bilancio regionale approvati emendamenti per il territorio maceratese”

Contributi anche per tre realtà sociali di Porto Recanati

Riceviamo e pubblichiamo.

Si rinnova l’impegno del consigliere regionale Elena Leonardi per il territorio: nel recente bilancio regionale sono stati approvati infatti diversi emendamenti che vanno a stanziare dei fondi per progetti di iniziative sociali, acquisto attrezzature, organizzazione di manifestazioni e e restaurazione di opere architettoniche e artistiche.

Tra questi, tre interventi sono indirizzati ad altrettante realtà portorecanatesi attive nella comunità: in particolare gli interventi del capogruppo in Regione di Fratelli d’Italia saranno rivolti al Centro sociale Anni d’Argento APS per l’acquisto di un defibrillatore e gli eventi connessi per la formazione all’utilizzo del macchinario, all’Aido di Porto Recanati per sostenere e diffondere l’importanza della cultura della donazione degli organi attraverso l’organizzazione di un evento nazionale sportivo di pallacanestro che coinvolge persone trapiantante e dializzate, e per la realizzazione del nuovo impianto audio della Chiesa di San Giovanni Battista.

“Interventi diversi ma tutti con la stessa finalità – ha spiegato il consigliere Elena Leonardi – poter dare un contributo alle realtà impegnate nel sociale della nostra comunità, realtà condotte spesso con le poche risorse che a fatica si riescono a mettere da parte ma con tanto amore e tanta forza di volontà. Sono dei piccoli interventi ma che possono dare una mano concreta alla comunità e a tutte le persone che vi gravitano attorno e questo mi rende molto soddisfatta”.

In passato, il capogruppo Leonardi aveva finalizzato un importante contributo di 20 mila euro a favore dell’Istituto comprensivo E. Medi per un progetto di miglioramento di alcuni spazi laboratoriali, della biblioteca e della qualità didattica attraverso l’acquisto di nuove attrezzature multimediali, libri, mobili e il recupero di un grande locale per attività ludiche ed educative. Un contributo era arrivato anche per il progetto “Dopo la scuola”, promosso dalle Parrocchie di San Giovanni Battista e San Giovanni Bosco di Porto Recanati in collaborazione con l’oratorio Arcobaleno e l’oratorio Il Cortile della Gioia. Per il progetto, che si svolge sia nei locali parrocchiali che nei quartieri periferici ed è rivolto ai giovani studenti che possono avere bisogno di un aiuto nello studio, il contributo stanziato aveva permesso l’acquisto di materiali e il rinnovamento delle attrezzature tecnologiche.

Infine, un finanziamento era arrivato anche al Gruppo Scout di Porto Recanati per progetti sportivi e ludico-formativi destinati a bambini e ragazzi, con il quale era stato possibile acquistare delle tende da 8 e da 3 posti, un tendone e dei kayak.

Articoli più letti della settimana

Articoli più condivisi

Ultime dalla provincia