“Lei è un principiante”, scontro in Consiglio tra Spazzafumo e Piunti

Nella foto il passaggio di consegne tra l'uscente Piunti e Spazzafumo

Il programma di mandato 2021-2026 è stato approvato. Voto contrario dell’opposizione e astensione di Bottiglieri

Scontro in Consiglio comunale tra il sindaco Antonio Spazzafumo e il suo predecessore Pasqualino Piunti. Gli animi si sono infiammati sul programma di mandato, discusso e approvato nel consesso civico di sabato 12 febbraio. Spazzafumo è intervenuto a seguito delle dichiarazioni di Piunti che ha sparato a zero sul programma e ha dato del “principiante” al primo cittadino.
“Apprezzo l’ironia di Paolo Canducci e dell’ex sindaco nel dire che  mi vengono in aiuto i consiglieri di maggioranza”, ha esordito Spazzafumo. “Mi sta bene l’ironia, ma vi dico – ha continuato – che voi non eravate abituati a lavorare in sintonia con i consiglieri. Quando mi sono insediato ho chiesto l’aiuto di tutti perché ho trovato in Comune una situazione disastrata e ho bisogno anche di quelli che ci hanno aiutato a vincere. Carissimo ex sindaco lei mi dà del principiante: devo dire che un professionista della politica come lei ha perso le elezioni con un principiante, evidentemente il sottoscritto non lo è poi così tanto. Il programma di mandato che oggi presentiamo in Consiglio è uguale al programma elettorale. C’è stato l’impegno da parte di tutti affinché le promesse fossero scritte nel programma di mandato. Probabilmente non siete abituati a queste cose: vi ho disorientato. Forse siete abituati a fare promesse che non manterrete mai. Lei ha messo nel programma il sottopasso di via Mare eppure dopo cinque anni non è riuscito neppure a prenderci una misura. Noi abbiamo cominciato a prendere contatti a Roma per il sottopasso, per cui tanto sprovveduto non sono”.
Ancora il sindaco: “In merito alle voci del programma metterò un visto su ogni progetto realizzato. Io non prenderò mai il torcicollo perché non sono stato abituato a guardare indietro, ma sempre avanti. Lei ci ha lasciato una città sbeffeggiata perché in una zona del centro girava una miriade di topi. A noi è bastata una settimana e l’assessore Capriotti ha eliminato lo scempio, ridando dignità e decoro al nostro centro. Ognuno di maggioranza esprime una qualità incredibile”.
Ha insistito Spazzafumo: “Non faccio il politico di professione come qualcuno fa da trent’anni e più. Se non sarò capace di mantenere quanto scritto nel programma, a fine mendato me ne andrò e non mi presenterò più. Non farò come qualcuno che vedo davanti a me, è stato bocciato da questa città dopo cinque anni di incompiute e si è ricandidato. Credo che la dignità passi anche attraverso queste cose”.

E’ poi arrivata la controreplica di Piunti: “La replica del primo cittadino non ha fatto altro che confermare il leitmotiv dei nostri interventi: non ci sono argomenti, si va sul personale. Principiante non è un’offesa, ma lo è una persona che si approccia a una nova esperienza. Lei, sindaco, di professionisti della politica in giunta ne ha (non trentennali, come non lo sono io). E a maggior ragione dovrebbe dare le risposte che le sono state chieste. Non solo principiante, che non è un’offesa, ma ha dimostrato nella replica di essere uno sprovveduto, ma anche incapace di rispondere su argomenti importanti come il Ballarin, Villa Rambelli, il protocollo dell’Agenzia delle Dogane. Sulla sicurezza,  in campagna elettorale si è parlato dei sevizi segreti del Mossad, oggi abbiamo appreso che possiamo mutuare idee anche dal Giappone. Siamo tutti in attesa di queste novità, però abbiamo avuto la prima risposta sui cento giorni di amministrazione: avete scacciato i topi. Questo la città lo deve sapere. Ovviamente è da verificare, ma questa è stata la risposta politica e amministrativa a tute le legittime osservazioni che sono state fatte sul programma di mandato che sarà scolpito nella roccia. Ogni giorno – ha concluso Piunti – andremo a verificare se quanto avete scritto verrà fatto, altrimenti saremo noi che lo diremo ai cittadini”.

Dalla Home


Vuoi rimanere sempre aggiornato?

Articoli più letti della settimana

Ultime dalla provincia