Leali mostruoso, Sabiri è luce

L'esultanza del gruppo bianconero

PAGELLE ASCOLI – Saric fa legna lì in mezzo, difesa sicura

LEALI 8: Mostruoso è dir poco. Al di là delle parate, per le prestazioni fornite negli ultimi tempi meritava un clean sheet ed oggi è arrivato.

CORBO 6: Più attento sulle diagonale sui passaggi avversari ad altezza dischetto. Un passo avanti nella prestazione.

BROSCO 7: Si perde ogni tanto Flcoccari, mala punta spallina fa pochissimo grazie al suo corpo a corpo continuo.

QUARANTA 6,5: Altra gara attenta, praticamente è diventato un titolare inamovibile. Oggi più sulla corsa degli inserimenti che sulla marcatura, ma inscena la sua ottima gara.

PUCINO 6: Schierato da terzino sinistro fa il compitino e rimane attento. Interventi duri e cattiveria giusta, senza strafare.

SARIC 7,5: Praticamente è su tutti i palloni, lotta, recupera e spinge forte la sua squadra. Il “poco filtro a centrocampo” oggi si è mutato.

40’st ERAMO s.v.

BUCHEL 5,5: Un po’ di difficoltà lì in mezzo dove la squadra di Marino con Missiroli passa troppo spesso. Preso in mezzo a volte dal palleggio.

CAVION 6,5: Lo accerchiano quando prende palla, fa difficoltà a scaricare ma è molto più attento alla posizione da occupare. Prende i complimenti di Sottil all’uscita per l’impegno.

26’st GERBO 6: Entra e lotta fino alla fine.

SABIRI 8: Tiro delizioso e raddoppio cinico, un giocatore fondamentale per lo scacchiere. Oggi si mette anche a disposizione della squadra nella fase di non possesso. Sto giro se lo incontrassi sotto un vischio proverei a baciarlo.

40’st CANGIANO 5: Entra e gioca dieci minuti compreso recupero ma ha tempo per mangiarsi due gol, soprattutto il secondo, che fortunatamente non hanno inciso sul risultato.

CHIRICO’ 5,5: Ha due opportunità per calciare in porta ma Thiam gli dice di no. Molto attivo, funambolico, ma non concretizza mai.

26’st PIERINI 6: Ha il merito di portare avanti la palla nell’azione del 2-0, poi però sbaglia anche tanti appoggi.

BAJIC 7: In stagione ha all’attivo più gol che palle giocabili. Oggi confeziona l’assist di prima a Sabiri che non è da sottovalutare per tempismo.

All. SOTTIL 7: Inizio migliore non si poteva chiedere con l’Ascoli che torna alla vittoria dopo 68 giorni ed anche senza subire gol. Un gioco di cattiveria e contropiedi esplosi con inerzia giusta. Sinceramente, meglio di questo in pochi giorno non si poteva chiedere.

error: Contenuto protetto !!