Lavoro nero e violazioni sulla sicurezza: sospeso un cantiere edile

Diverse le contestazioni

I militari della Stazione Carabinieri di Penna San Giovanni (in provincia di Macerata) con il supporto specialistico del Nucleo Carabinieri Ispettorato del Lavoro di Macerata, hanno controllato un cantiere attivato per l’esecuzione dei lavori di mitigazione del rischio idro-geologico della SP 84, dove sono emerse violazioni penali e amministrative in materia di sicurezza nei luoghi di lavoro.

All’Amministratore dell’impresa sono state contestate l’assenza tra il personale di addetti al primo soccorso, criticità connesse alla viabilità di cantiere per l’assenza di idoneo ingresso e la presenza di un lavoratore senza regolare assunzione, con conseguente sospensione dell’attività imprenditoriale (maxi sanzione per “lavoro nero”). Sono state inoltre ravvisate violazioni del Testo Unico sull’Edilizia, per l’omessa esposizione del cartello di cantiere, contenente tutte le informazioni sull’operatività dei lavori, committente, autorizzazioni.

Le violazioni contestate ai due responsabili dei lavori sono state relazionate alla Procura della Repubblica di Macerata e sono state elevate ammende penali di 14.000 euro circa e sanzioni amministrative di 4.400 euro.

redazione
Author: redazione

Potrebbe interessarti anche

                       

Articoli correlati

                       

Dalla home
VUOI RIMANERE SEMPRE AGGIORNATO?

Iscriviti al nostro
canale telegram

Autore

I Più LETTI
DELLA SETTIMANA

I Più condivisi
DELLA SETTIMANA

 

Ultime NEWS