Lavoratori in nero, rischio di folgorazione e zero contributi sanitari: maxi multa per un autolavaggio

Situazione irreale durante l’intervento dei carabinieri

I Carabinieri dei Nuclei Ispettorato del Lavoro di Ascoli Piceno e Macerata hanno svolto diversi controlli nella Provincia di Fermo. Nel corso di tale attività è stato controllato un autolavaggio dove sono stati identificati quattro lavoratori, tutti provenienti da paesi extra UE, di cui 3 irregolari “in nero” richiedenti asilo.

La cosa forse più grave, tuttavia, è che all’interno dell’attività sono stati riscontrati anche gravi pericoli per la sicurezza dei lavoratori. Primo tra tutti il pericolo di folgorazione che ha fatto scattare il sequestro dell’intero autolavaggio e la prevista sospensione dell’attività imprenditoriale visto che, la percentuale dei lavoratori irregolari, oltrepassava di gran lunga la soglia limite del 10%.

Tra le altre violazioni riscontrate è emersa anche la carenza delle condizioni igienico sanitarie minime, la totale mancanza di formazione, informazione e visita medica dei lavoratori (peraltro senza nomina del medico competente), assenza di dispositivi di protezione individuale (mascherina, guanti etc..) seppur loro quotidianamente in contatto con prodotti biologici e chimici.

Complessivamente sono state rilevate e contestate dodici prescrizioni penali che hanno comportato un totale di multe che arriva a €52.000.

redazione
Author: redazione

Potrebbe interessarti anche

                       

Articoli correlati

                       

Dalla home
VUOI RIMANERE SEMPRE AGGIORNATO?

Iscriviti al nostro
canale telegram

Autore

I Più LETTI
DELLA SETTIMANA

I Più condivisi
DELLA SETTIMANA

 

Ultime NEWS