PROMOZIONE – La società biancorossa ha scelto il proprio tecnico al debutto alla guida di una prima squadra

di Andrea Verdolini

E’ spuntato come Minerva dalla testa di Giove. Maurizio Lauro è il nuovo allenatore della Maceratese. Carneade chi era costui vi chiederete? Il vostro cronista lo ricorda ai tempi dell’Ascoli Calcio come promettente giovane difensore prima di farsi le ossa a Chieti e San Marino anche se le sue migliori stagioni le ha vissute a Cesena dove è riuscito anche a toccare l’Olimpo della Serie A disputata in maniera sempre dignitosa. Ovviamente come allenatore è tutto da scoprire perché il suo curriculum assomiglia a quello di un lattante alle prime armi e la Maceratese non è che sia un biscottino da primi mesi. Infatti sinora il 38enne ischitano ha “guidato” gli Allievi della Cuprense ed è stato collaboratore tecnico di Ancona e recentemente di Sangiustese insieme all’apprezzatissimo Stefano Senigagliesi. Nulla quaestio sulle sue doti che sono però totalmente da verificare in una piazza che dopo le traversie di quest’anno non è disposta ad indulgenze di nessun tipo specie nel sesto livello del calcio nazionale. Accanto a lui ci sarà Jonathan Proculo, invece conosciutissimo e navigato, nel ruolo di Direttore Sportivo (dove ha dimostrato di saperci fare) ma, ci chiediamo, si limiterà a fare solo il DS o magari sarà affaccendato anche in altre faccende? Non si è concretizzato nulla invece con Alessandro Degli Esposti, legato ad altri “carri”. Insomma una Maceratese (o HR Maceratese??) tutta da scoprire: i tifosi incrociano le dita perché sbagliare è umano, perseverare è più che diabolico, diremmo quasi letale.