L’assessore Antonini presenta il bando per “Misure e strategie per lo sviluppo e l’innovazione dei Centri commerciali naturali delle Marche”

Obiettivo: rivitalizzare il territorio comunale

Ad Ascoli presentato dall’assessore regionale al Commercio Andrea Maria Antonini il bando per le “Misure e strategie per lo sviluppo e l’innovazione dei Centri commerciali naturali delle Marche”.

La Regione Marche attraverso un bando di cinque milioni di euro vuole promuovere e sviluppare i Centri commerciali naturali con l’obiettivo di rivitalizzare il territorio comunale con interventi che incentivino una presenza commerciale di qualità, capace di attrarre l’interesse turistico e culturale del luogo. Il bando è stato presentato questo pomeriggio dall’assessore al Commercio Andrea Maria Antonini nella Sala dei Salvi di Palazzo dei Capitani.

Vogliamo cercare di sviluppare l’attrattività dei comuni marchigiani – ha sottolineato Antonini – ponendo l’attenzione a non far spopolare i territori, incoraggiando l’attivazione di nuovi esercizi commerciali da parte dei giovani, e rendendoli appetibili per alcuni target turistici, con prospettive di lungo termine. Le risorse messe in campo sicuramente consentono di aiutare il settore e renderlo più competitivo dal punto di vista economico e sociale. Un’attenzione particolare viene attribuita ai progetti che promuoveranno il miglioramento del welfare aziendale, dando priorità alle iniziative localizzate nei “Borghi” individuati dalla legge regionale 29/21. Inoltre – ha proseguito l’assessore – il bando favorirà la creazione dei Centri commerciali naturali nell’entroterra soprattutto nei luoghi colpiti dal sisma motivo di rinascita di questi luoghi. Un modello fondato sul fare sistema che tutela l’identità degli esercizi di piccola e media dimensione attraverso una gestione integrata dell’offerta, garantendo reali possibilità di successo nella competizione con le altre tipologie distributive”.

Il settore Commercio delle Regione Marche metterà a disposizione altri 500 mila euro per finanziare esclusivamente la parte del progetto realizzata dal Comune coinvolto, allo scopo di favorire l’integrazione tra intervento pubblico e privato. La Regione attraverso il bando vuole realizzare una sorta di aggregazioni di imprese commerciali attraverso l’utilizzo di nuove tecnologie digitali come l’intelligenza artificiale, internet delle cose, marketing evoluto e digital marketing.

redazione
Author: redazione

Potrebbe interessarti anche

                       

Articoli correlati

                       

Dalla home
VUOI RIMANERE SEMPRE AGGIORNATO?

Iscriviti al nostro
canale telegram

Autore

I Più LETTI
DELLA SETTIMANA

I Più condivisi
DELLA SETTIMANA

 

Ultime NEWS