L’Ascoli torna a vincere senza subire gol, non accadeva da quasi tre mesi

Nicola Leali, portiere dell'Ascoli

SERIE B – Buone notizie per Leali e mister Zanetti, la squadra deve crescere nel possesso palla

di Matteo Rossi

L’Ascoli ha ottenuto una vittoria pesantissima contro il Cittadella al Del Duca. Il gol di Scamacca ha deciso il match che riporta i bianconeri di Zanetti in zona playoff in una classifica di Serie B che rimane comunque inevitabilmente corta. Tra le statistiche che vedremo in seguito, sicuramente la più importante è che i bianconeri tornano al clean sheet dopo ben 12 partite. L’ultima gara senza subire reti risale al match contro lo Spezia dello scorso 24 settembre.

Arrivando alla partita contro il Cittadella, il dato che salta all’occhio in primis è il numero di passaggi: 517 veneti contro 300 netti ascolani. Quasi il doppio per il Cittadella che, soprattutto nel primo tempo, ha fatto girare molto e velocemente la palla. Sono stati ben 63 gli attacchi giudicati “pericolosi” o “potenzialmente pericolosi” per il Cittadella nel corso del match, 30 quelli ascolani. Da questi attacchi sono scaturiti 16 tiri veneti e 9 ascolani, uno dei quali tramutato in rete da Scamacca. Sono stati tanti anche i cross del Cittadella ma altrettante le respinte della difesa ascolana, segno che Brosco e Gravillon hanno giocato una partita davvero attenta. Il re dei cross è Benedetti che è anche il primo in questa speciale classifica di tutta la serie cadetta (121 cross fatti).

I falli fatti sono 12 per gli ascolani (quasi tutti nella prima frazione di gioco) e 15 per la squadra di Venturato (inversamente, quasi tutti nella ripresa). Curioso come il più falloso sia un attaccante, Diaw, che ha già commesso 51 falli da inizio stagione. Lui e Coda sono gli unici attaccanti nelle prime dieci posizioni di questa classifica. Diaw è anche l’uomo che ha calciato più volte verso la porta avversaria (6), mentre Ardemagni ha vinto più duelli di tutti (7). La percentuale di pericolosità offensiva è perfettamente l’inverso di quella del possesso palla: se il Cittadella ha quasi il 69% di possesso (circa 30% per i bianconeri), l’incisività della squadra di Zanetti in zona gol arriva a sfiorare il 70%, contando la rete ed il gol annullato. Chiudiamo con le quote: nessuna principale piattaforma di scommesse italiana dava per favorito il Picchio. Il segno 1 oscillava tra il 2,55 ed il 2,70. Il Cittadella aveva quota simile. Molto basso il pareggio a quota 3.