L’Ascoli perde a Pisa e fallisce il primo match-ball salvezza

Il gol di Siega ha deciso il match (foto Lega B)

SERIE B – Fatale ai bianconeri una rete di Siega. Venerdì l’ultima con il Benevento per scongiurare il pericolo playout

L’Ascoli non riesce a centrale l’obiettivo della vigilia e torna dall’Arena Garibaldi con una sconfitta e con una salvezza ancora da conquistare a 90′ dal termine della regular season. Si ferma dunque a quattro vittorie consecutive il ruolino di marcia imperioso dei bianconeri ai quali sarebbe “bastata” la vittoria per festeggiare la permanenza in categoria.

E invece onore al Pisa che comunque si sta giocando l’accesso ai playout ed ha avuto la meglio del Picchio grazie all’acuto di Siega, che al tramonto della prima frazione si è costruito da solo il gol calciando dal limite dell’area fulminando Leali sul suo palo. Peccato, perchè sin lì le occasioni da rete si erano contate con il contagocce. Più che altro, lotta a centrocampo e qualche intervento deciso. D’altronde la posta in palio era elevata per l’una e per l’altra parte.

 

L’Ascoli è partito benino con Sernicola molto ispirato, che prima ha concluso da schema d’angolo (tiro di prima intenzione su idea di Ninkovic), poi ha ispirato Trotta che in scivolata non ci è arrivato per un soffio. Il Pisa ha risposto con una telefonata di Pinato a Leali, antipasto del gol di Siega già descritto che a fine frazione ha deciso la gara. Prima del duplice fischio Ninkovic su punizione l’ha mandata di poco fuori.

Nella ripresa l’Ascoli ci ha provato ma senza successo, nonostante gli innesti di Scamacca e Morosini. L’ex Sassuolo ci ha messo del suo girandosi bene in mezzo a tre ma il tiro è finito alto. Tentativi più per inerzia che con lucidità. Roccioso il Pisa, fortunato quando ha concesso qualcosa: Scamacca, ancora lui, a 15′ dalla fine si è mangiato il colpo di testa vincente ispirato da Sernicola mentre Valentini, sempre di testa, ha anticipato l’uscita di Perilli senza inquadrare la porta. Doppia occasione pericolosa. Nell’extratime ultimo assalto. Al 91′ Padoin ha calciato al volo cogliendo in pieno un difensore pisano davanti alla porta.

 

No, non era la serata giusta per salvarsi con una giornata d’anticipo. L’Ascoli dovrà completare la missione venerdì sera, vincendo al Del Duca con il Benevento senza dover attendere i risultati delle altre. Una cosa è certa: se ai bianconeri andasse tutto male, al massimo farebbero comunque i playout. Scongiurata la retrocessione diretta.

 

Tabellino

PISA-ASCOLI 1-0
PISA (4-3-2-1): Perilli; Birindelli (87′ Pisano), Caracciolo, Varnier, Lisi; Marin (77′ Meroni), De Vitis, Pinato (65′ Gucher); Siega, Soddimo (65′ Masucci); Marconi (87′ Vido). A disp.: Dekic, Pompetti, Moscardelli, Minesso, Ingrosso, Benedetti, Fabbro. All.: D’Angelo
ASCOLI (3-4-1-2): Leali; Ferigra, Valentini, Gravillon; Andreoni (70′ Padoin), Cavion (76′ Pinto), Brlek (70′ Petrucci), Sernicola; Eramo (59′ Morosini); Ninkovic, Trotta (59′ Scamacca). A disp.: Marchegiani, Ranieri, Pucino, Troiano, Brosco, Matos, De Alcantara. All.: Dionigi
ARBITRO: Ayroldi di Molfetta
RETI: 44′ Siega (P)
NOTE: ammoniti Soddimo (P), Birindelli (P), Brlek (A), Moscardelli (P), Siega (P), Marconi (P), Valentini (A). Rec. 2′ pt, 6′ st.

Ti potrebbero interessare

Articoli più letti della settimana

Articoli più condivisi