L’Ascoli non si ferma più

Esulta Scamacca in occasione dell'autogol

SERIE B – I bianconeri espugnano 2 a 1 Cittadella e centrano la quarta vittoria consecutiva

Entra a gara in corso, regala tre punti d’oro ai compagni ed esce tra gli applausi dei tifosi bianconeri sui divani di casa. Serata magica sulle montagne russe per l’Ascoli e per Diogo Pinto. Proprio grazie al giovanissimo portoghese, il Picchio può festeggiare per uno straordinario successo di misura (2-1) sul campo del Cittadella e volare a +3 sulla zona play out.

L’Ascoli, senza alcun timore reverenziale, è sceso in campo con l’intento di fare la partita e perché no, mettere a segno il primo sigillo. Ci va vicinissimo dopo appena 8 minuti con Morosini, ben servito dal recuperato Andreoni, ma il tiro tutta potenza si stampa sul palo. La mira e la fortuna hanno tradito il 38 bianconero. Passano appena due minuti, giusto il tempo di provare un brivido con Diaw, e l’Ascoli va vicinissimo ancora una volta al gol del vantaggio con Scamacca che di testa, imbeccato perfettamente da Ninkovic, di testa mette fuori clamorosamente. Dopo un avvio sull’acceleratore, i ritmi calano. Bisogna attendere il 35′ per sobbalzare sul colpo di testa in tutto di Ninkovic che trova un super Maniero che miracoleggia. Dagli sviluppi del corner Scamacca stacca più in alto di tutti, altro super intervento dell’estremo difensore locale, sul secondo palo arriva in spaccata Ranieri per il tap-in che gonfia la rete. L’urlo di gioia bianconero viene strozzato in gola dalla bandierina alzata dell’assistente di gara per un fuorigioco inesistente. Gravissima svista del guardalinee. Al 38′ risponde il Cittadella con Diaw che di testa mette alto. L’ultima occasione del primo tempo è ancora di marca ascolana, Ninkovic a tu per tu spara fuori il diagonale.

Al rientro in campo passano appena due minuti e ancora una volta Scamacca deve fare i conti con un super Maniero. Peccato il numero 9 bianconero non abbia visto Brlek tutto solo sotto porta. Il gol è nell’aria, forse ai punti l’Ascoli lo meriterebbe pure, e arriva al 55′: cross di Ninkovic dalla trequarti, è insidioso, c’è il gigante Scamacca in area ma Adorni per anticiparlo la butta nella propria porta alle spalle del suo portiere. La gioia dell’1-0 dura appena 7 minuti. Al 62′ tiro-cross di D’Urso che non tocca nessuno, prende il palo interno e finisce in rete per il pareggio granata. Leali ingannato da una deviazione in area che non c’è stata. L’Ascoli però questa gara la vuole, costi quel che costi ed ecco che sale in cattedra chi non ti aspetti. E’ il 69′, Cavion imbuca per il funambolico Diogo Pinto che salta Benedetti con un tunnel e a tu per tu con Maniero insacca un potente rasoterra per il tripudio bianconero. Al 79′ brividi sulla schiena dei giocatori ascolani per il palo colpito da Panico su calcio di punizione.

Il tabellino

CITTADELLA – ASCOLI 1-2

CITTADELLA: Maniero; Benedetti, Adorni, Frare (31′ st Camigliano), Perticone, Iori, D’Urso (31’st Panico), Vita (31’st Proia), Branca (41’st Pavan), Diaw, Luppi (26’st Rosafio).  Allenatore: Roberto Venturato.

ASCOLI: Leali; Ranieri, Ferigra, Sernicola, Brosco, Andreoni (37’st Pucino), Cavion, Brlek (29’st Trotta), Morosini (9’st Diogo Pinto e 82’st Padoin), Scamacca, Ninković (28’st Petrucci). Allenatore: Davide Dionigi.

Reti: 10’st aut. Adorni, 17’st D’Urso, 25’st Diogo Pinto.

 

(foto gentilmente concessa da Lega B)

 

 

Ti potrebbero interessare

Articoli più letti della settimana

Articoli più condivisi

Ultime dalla provincia