L’Ascoli gonfia la rete e il Matelica colpisce i legni

CALCIO – Nel test dell’Helvia Recina finisce 4 a 1 con i biancorossi che centrano tre pali

Prima vittoria in gara ufficiale per l’Ascoli Calcio di mister Bertotto che all’Helvia Recina di Macerata batte il Matelica per 4 reti ad 1. Il neo tecnico bianconero sceglie di schierare diversi nuovi acquisti in campo: da Sarr a Saric, con Padoin ancora difensore centrale di fianco a Brosco. Buchel in cabina di regia con il giovane attacco composto da Matos, Tassi e Diogo Pinto.

I ritmi della gara non sono eccelsi nel primo quarto d’ora, diversamente dal resto della gara. Al 10’ prima occasione per l’Ascoli da calcio d’angolo con il cross che arriva in zona Padoin. L’ex Juventus impatta di testa con la fronte piazzando la palla di poco alta sopra la traversa. La partita si sblocca però al 14’: rasoiata di Volpicelli dal limite che batte Sarr sulla sua sinistra bassa e Matelica in vantaggio. Ancora una bella occasione per i padroni di casa. Scatenato Volpicelli che calcia ancora con il destro dall’interno dell’area di rigore, bravo Pucino a spazzare il pallone con deviazione. Il Picchio trova il pareggio al 24’. Buona manovra ascolana con Padoin che apre sulla fascia destra con un pregevole lancio su Diogo Pinto capace di crossare basso in area di rigore trovando Matos per il più facile dei tap in sotto rete.

Clamorosa occasione per il raddoppio dei bianconeri al 27’ con azione di Matos sulla fascia sinistra con cross teso in mezzo. Due difensori del Matelica pasticciano ma Tassi non è svelto ad insaccare, la palla danza incerta sulla linea ma poi viene spazzata via. Alla mezzora però il raddoppio diventa realtà. Imbucata verticale per Tassi che in area di rigore, a tu per tu con Cardinali, lo batte sul primo palo. Risponde la squadra in rosso con lo scatenato Volpicelli capace di prendere l’incrocio dei pali da calcio di punizione.

Il Matelica cerca la rete del pareggio al 38’, neanche a dirlo, con un tiro di Volpicelli che trova la deviazione, il palo e la smanacciata di Sarr che poi è fortunato a conquistare una rimessa dal fondo. Due minuti più tardi terzo legno Matelica e ancora Volpicelli che si mangia Semeraro e calcia forte a giro impattando il legno. L’Ascoli però sigla il gol del 3-1 sul ribaltamento di fronte. Il Picchio va largo da Diogo Pinto che scucchiaia alto sul primo palo per l’inserimento di Eramo che di testa insacca il terzo gol bianconero. Nella ripresa Bertotto inserisce Donis per Buchel a guidare il centrocampo e dai suoi piedi parte la sventola verso Matos, il portoghese crossa ancora per l’inserimento di Eramo che stavolta di testa non riesce ad impattare. Al 17’ del secondo tempo da segnare una girata dal limite di Barbarossa che in diagonale si spegne sul fondo con Leali che si era buttato sulla sua destra. Girandola di cambi per entrambe le squadre intorno al 25’ con i ritmi che inevitabilmente si abbassano. Dentro per l’Ascoli anche il nuovo acquisto Ghazoini. Alla mezzora, da situazione di corner, Nicoli tenta un tiro cross di mancino dal vertice dell’area che termina sul fondo. Occasione Matelica nel finale al 37’ su una palla in profondità che trova Moretti.

L’attaccante è bravo con il corpo ad eludere l’intervento di Quaranta, poi calcia in diagonale con palla che si spegne sul fondo. Allo scadere arriva poi il poker ascolano con Diogo Pinto che sfrutta un cross dalla sinistra per impattare di testa e siglare la propria rete dopo due assist. Buona la prova del bianconeri ad una settimana dalla sfida contro il Brescia che darà il via al campionato.

il tabellino:

MATELICA: (4-3-3) Cardinali; Fracassini, De Santis, Cason, Di Renzo; Calcagni, Bordo, Balestrero; Volpicelli, Moretti, Leonetti. A disp.: Martorel, Magri,Baraboglia, Nicoli, Pizzutelli, Santamarianova, Barbarossa, Franchi, Peroni, Monti. All.: Colavitto.

ASCOLI(4-3-3): Sarr (1′ st Leali); Pucino (25′ st Ghazoini), Brosco (27′ st Quaranta), Padoin (27′ st Tofanari), Semeraro (25′ st Laverone); Eramo (18′ st Scorza), Buchel (1′ st Donis), Saric (18′ st Petrucci); Matos (27′ st Chajia), Tassi, Costa Pinto. A disp.: Zizzania, D’Agostino, Di Francesco. All.: Bertotto.

ARBITRO: Gagliardini di Macerata.

RETI: 14′ pt Volpicelli (M), 25′ pt Matos (A), 30′ pt Tassi (A), 42′ pt Eramo (A), 47′ st Costa Pinto (A).

NOTE: rec. 0′ pt, 3′ st.

(foto di Gianmaria Matteucci)


Articoli più letti della settimana