Lasciare l’Italia per stabilirsi all’estero: i maceratesi al terzo posto assoluto

Prima di Macerata solo Imperia e Bolzano

Che si chiami “Fuga di Cervelli” o semplicemente emigrazione, in Italia aumenta ogni anno il numero di persone che scelgono di cercare fortuna all’estero: i dati Istat più recenti (2017) riportano una situazione davvero preoccupante. I risultato dello studio sono divisi per provincia e rispondono ad una domanda: ogni mille abitanti, quanti italiani lasciano la propria casa cercando la fuga all’estero?

Il grafico con i numeri ufficiali riprodotto da True Numbers (clicca qui per vedere il grafico completo) piazza Macerata al terzo posto con 3,3 abitanti su mille che scappano all’estero. I maceratesi sono appena sotto Imperia (3,7) e Bolzano (3,4). Ciò che salta all’occhio è che, pur avendo dei redditi più bassi, nelle provincie del Sud i numeri sono minori.

Man mano che si scala la classifica si notano le altre provincie marchigiane: con quasi 1,9 abitanti che fuggono all’estero si posiziona Pesaro-Urbino; da Fermo emigrano 1,8 abitanti su mille; 1,7 da Ancona e 1,5 da Ascoli Piceno. Numeri importanti e preoccupanti per la Regione Marche.

Le altre province con tassi di emigrazione più alti sono Teramo, Treviso, Sondrio, Verbania, Pordenone, Biella, Varese, Alessandria: alcune sono vicine al confine, altre no ma tutte hanno più di 2,29 emigranti ogni 1000 abitanti, contro una media italiana di 1,89. Chiude la classifica Rieti con 1,09 su mille abitanti.

Ad influire maggiormente dunque non è il reddito: le aree con maggiore occupazione sono quelle più esposte al fenomeno. Tali dati sconvolgono gli stereotipi tra Nord e Sud e capovolgono la situazione, lasciando le Marche con l’amaro in bocca.

redazione
Author: redazione

Potrebbe interessarti anche

                       

Articoli correlati

                       

Dalla home
VUOI RIMANERE SEMPRE AGGIORNATO?

Iscriviti al nostro
canale telegram

Tag
Autore

I Più LETTI
DELLA SETTIMANA

I Più condivisi
DELLA SETTIMANA

 

Ultime NEWS