L’annus horribilis di Pippo Simoni, flop politico come nel calcio

In due mesi retrocessione con la Fermana per la quale sta ancora “penando”, poi nubifragio elettorale nella sua Recanati. Il suo sindaco stra-perde e rimane fuori dal consiglio

Tempi duri per Gianfilippo Simoni, presidentissimo della Fermana ma anche esponente del Partito Democratico di Recanati, suo comune di residenza. Annus non proprio fortunato, diremmo proprio horribilis per “Pippo” che in due mesi ha raccolto “tempesta” in tutti e due gli ambiti. Il 28 aprile ha visto la sua Fermana retrocedere dalla Serie C alla Serie D, continuando tuttora a “penare” per poterla iscrivere al prossimo campionato. Primo fallimento sportivo.

Per dimenticare, Simoni si era buttato a capofitto nella campagna elettorale della città leopardiana in procinto di cambiare sindaco. Ma anche lì… Ieri, 24 giugno, mister 117 preferenze – tante ne aveva raccolte al primo turno arrivando terzo nella lista piddina – ha visto il suo candidato sindaco stra-perdere al ballottaggio contro l’esponente di centro-destra (58% a 42%). Pippo, così, è rimasto fuori pure dal consiglio: non siederà nemmeno sui banchi dell’opposizione. Secondo fallimento elettorale, sperando che presto possa tornare la luce.

Potrebbe interessarti anche

                       

Articoli correlati

                       

Dalla home
VUOI RIMANERE SEMPRE AGGIORNATO?

Iscriviti al nostro
canale telegram

Autore

I Più LETTI
DELLA SETTIMANA

I Più condivisi
DELLA SETTIMANA

 

Ultime NEWS