“L’anestesia? No grazie: zero scuse da Lucca, con l’Ancona Matelica derby fondamentale”

SERIE C – Il capitano della Fermana Urbinati ha il setto nasale k.o. e non ci sarà: “Fallo scomposto e pericoloso”

L’attaccante della Lucchese Nanni gli ha procurato la frattura del setto nasale, è stato squalificato per tre giornate per condotta violenta (così recita il comunicato del giudice sportivo con il presidente dei toscani che ha promesso ricorso) e non gli ha nemmeno telefonato per scusarsi dopo lo scontro terrificante del Porta Elisa.

Non è un problema per Gianluca Urbinati, capitano della Fermana, che ha incassato il colpo durante un duello aereo ed ora dovrà stare ai box per almeno tre gare. “Sono cose che possono succedere nel calcio – ha detto il gigante di Marotta – e nell’immediato ho pensato che fosse stato uno scontro anche fortuito. Poi ho rivisto bene la dinamica e le immagini, posso dire che un po’ di amarezza è rimasta. L’attaccante è entrato in maniera scomposta e direi pericolosa. Andiamo avanti e sono sicuro che tornerò più forte di prima per aiutare la squadra in questo finale di stagione”.

Importante intanto aver scongiurato l’operazione. “Mi reco ogni mattina all’ospedale Torrette per cambiare i tamponi che mi hanno applicato nel naso. Lunedì il medico che mi ha rimesso in sesto il naso manualmente mi ha chiesto se volessi l’anestesia. No grazie, ho stretto i denti nonostante il grande dolore”.

In attesa della maschera protettiva, Urbinati dovrà rinunciare al derby con l’Ancona Matelica nel momento più duro dei suoi sette anni al Recchioni. “E’ una gara fondamentale, ci serve la vittoria che manca da 13 gare per sistemare la classifica. Loro verranno qui per giocarsela in modo spensierato ma noi in casa siamo forti e imbattuti da tanto, con un pubblico che son sicuro ci trascinerà. Siamo concentrati unicamente sul nostro unico obiettivo”.

In questi mesi si son sprecati i dibattiti: Fermana più o meno forte degli altri anni? Anche il centrocampista classe ’87 ha voluto dire la sua. “Considero questa squadra completa in tutti i reparti. Stabilire se è più forte o meno del passato, dibattito che piace molto in giro come ho avuto modo di sentire, è una cosa su cui non mi esprimo. La forza non sta nel curriculum dei singoli giocatori ma va misurata nel totale di un gruppo che può essere composto anche da giocatori con meno curriculum o provenienti da altri campionati. Per me questa Fermana è forte ed ha alternative in ogni ruolo”.

Potrebbe interessarti anche

                       

Articoli correlati

                       

Dalla home
VUOI RIMANERE SEMPRE AGGIORNATO?

Iscriviti al nostro
canale telegram

Autore

I Più LETTI
DELLA SETTIMANA

I Più condivisi
DELLA SETTIMANA

 

Ultime NEWS