L’Anconitana sospende l’attività giovanile: “La salute prima dell’incasso delle quote”

Stefano Marconi, patron Anconitana

CALCIO – L’intervento della società dorica

Dall’Anconitana riceviamo e pubblichiamo:

L’ U.S. Anconitana, con profondo rammarico, è costretta a sospendere temporaneamente tutte le attività di settore giovanile fino al perdurare dell’attuale stato di emergenza sanitaria. Nel rispetto delle famiglie dei ragazzi e di tutti i tesserati, visto anche il quotidiano aggravarsi della curva epidemiologica, si ritiene prioritario garantirne la tutela e la salute. Riteniamo certamente meno importante, in questo momento delicato, l’incasso delle quote di iscrizione annuali.

Essendo davvero troppo alti rischi e responsabilità, e troppo poco chiare e contrastanti le indicazioni ricevute ad oggi dai vari organi competenti, non riteniamo opportuno mettere a repentaglio l’incolumità dei nostri tesserati solo per svolgere un’attività motoria individuale, decisamente lontana dal gioco del calcio. Le attività riprenderanno nel momento in cui sarà possibile garantire allenamenti, partite e attività sportive nel rispetto di tutti i tesserati e del loro stato di salute.

error: Contenuto protetto !!