L’Ancona torna a convincere

SERIE C – Esordio eccellente per mister Donadel

Dallo 0-3 incassato dall’Alessandria al 3-0 inflitto al Rimini. In dieci giorni ha cambiato radicalmente volto l’Ancona, tornata a convincere dopo aver racimolato appena sette punti nelle precedenti dieci partite. La cura di Marco Donadel, subentrato all’esonerato Gianluca Colavitto, ha subito generato effetti taumaturgici su un gruppo che ha ritrovato d’incanto brillantezza e vitalità. Alla base della convincente affermazione c’è soprattutto la feroce determinazione con cui i dorici hanno approcciato il match. “Mi è piaciuto l’atteggiamento – ha affermato il nuovo allenatore in conferenza stampa – così come lo spirito di collaborazione esibito da una squadra che vuole presentarsi ai playoff con l’idea di andare avanti il più possibile. È stato bello sentire i ragazzi parlare, incitarsi e guidarsi l’uno con l’altro, ma dobbiamo lavorare sotto altri aspetti”. La rivoluzione tattica (dal 4-3-3 al 3-4-2-1) ha regalato solidità e compattezza all’Ancona, brava a stringere i denti nel periodo di difficoltà a inizio ripresa e a prendere il largo alla distanza. “In questo momento non ho un’idea precisa e sarei un pazzo se pensassi di poterla trasmettere in così poco tempo. In settimana ci siamo allenati con l’idea di vincere la partita puntando sull’unione e sulla determinazione. Non potevamo pensare al gioco: i ragazzi mi hanno trasmesso più di quanto io ho dato loro”. La prestazione di Simonetti, avanzato da mezzala a trequartista, non è passata inosservata. “Può giocare in tanti ruoli perché ha voglia e una forza fisica notevole. Il ragazzo trascina con l’atteggiamento e ha sfoderato un gesto balistico incredibile con la rovesciata: peccato che la traversa gli abbia negato la soddisfazione del gol”. Eccellente è stata infine la risposta delle seconde linee. “Quando abbiamo effettuato le sostituzioni ci siamo alzati di venti metri – ha concluso Donadel – ritrovando le giuste misure in campo. Sono stati importanti i gol ritrovati dagli attaccanti così come la determinazione nel non voler subire gol. Adesso proveremo a migliorare sulla fase di possesso”.

Potrebbe interessarti anche

                       

Articoli correlati

                       

Dalla home
VUOI RIMANERE SEMPRE AGGIORNATO?

Iscriviti al nostro
canale telegram

Autore

I Più LETTI
DELLA SETTIMANA

I Più condivisi
DELLA SETTIMANA

 

Ultime NEWS