L’Ancona cerca ancora la via maestra: c’è l’Alessandria dopo ben ottant’anni

SERIE C – Nel ’43 vinsero i Grigi, biancorossi che dovranno provare a vincere senza bomber Spagnoli

Riprendere la via maestra. È il diktat dell’Ancona, opposta sabato (ore 14.30, al Del Conero) all’Alessandria invischiata nei bassifondi della classifica per una sfida che torna a distanza di quasi 80 anni: l’ultima fu disputata il 17 gennaio 1943 e vide prevalere i grigi per 2-0 in terra dorica. Per la prima volta i biancorossi dovranno rinunciare a Spagnoli, secondo in classifica cannonieri con 9 reti, per il quale 2022 si è concluso in anticipo a causa del trauma distorsivo al ginocchio.

“Alberto è un attaccante con caratteristiche diverse dagli altri perché lega il gioco, lavora coi centrocampisti e fa gol. La sua assenza ci dovrà far sentire più uniti nella nostra identità di squadra e nella nostra voglia di far punti”. Parole e musica di Gianluca Colavitto che non ha ancora scelto chi sostituirà il bomber tra Moretti e Mattioli. “Sto valutando – ha dichiarato il mister biancorosso – e deciderò all’ultimo momento chi scenderà in campo. Senza Spagnoli bisognerà fare qualcosa di diverso là davanti con una ricerca diversa della profondità”. L’Alessandria non può essere sottovalutata, tanto più al termine di una settimana intensa, caratterizzata da tre partite. “Affrontiamo una rivale che subisce poco e che nelle ultime giornate ha inanellato risultati importanti. Non è la squadra delle prime cinque gare di campionato e ogni appuntamento ci ha dimostrato che bisogna dare battaglia non esistendo risultati scontati”. Il punticino racimolato nelle ultime due uscite ha spedito l’Ancona in una posizione anonima, ma il tempo per tornare al sole della classifica non manca. “Finora tanti episodi ci hanno penalizzato – ha concluso Colavitto – ma i ragazzi hanno sempre onorato la maglia. In allenamento e in partita danno il massimo e possono ancora scrivere pagine importanti migliorando determinati aspetti”. Oltre a Spagnoli, i dorici dovranno rinunciare a un’altra pedina importante come il centrocampista Paolucci, mentre in panchina si rivedrà Petrella che ha giocato solo 201 minuti in questa stagione.

Nell’Alessandria non sarà una partita come le altre per il centrocampista Luca Lombardi (’02), anconetano doc e omonimo dell’esterno offensivo biancorosso. La compagine dei grigi presenta altri tre giovani marchigiani: i difensori senigalliesi Nicolò Bellucci (’01, ex Teramo) e Matteo Baldi (’02, esploso in Eccellenza con il Marina) oltre all’attaccante Alessio Nepi (’00) che vanta trascorsi con Jesina, Montegiorgio, Fano e Fermana.

PROBABILI FORMAZIONI

ANCONA (4-3-3): Perucchini; Mezzoni, Mondonico, De Santis, Martina; Simonetti, Gatto, Prezioso; Lombardi, Moretti, Di Massimo. All. Colavitto.

ALESSANDRIA (4-2-3-1): Marietta; Baldi, Checchi, Sini, Nunzella; Nichetti, Speranza; Lombardi, Martignago, Gazoul; Nepi. All. Rebuffi.

ARBITRO: Gianquinto di Parma

redazione
Author: redazione

Potrebbe interessarti anche

                       

Articoli correlati

                       

Dalla home
VUOI RIMANERE SEMPRE AGGIORNATO?

Iscriviti al nostro
canale telegram

Autore

I Più LETTI
DELLA SETTIMANA

I Più condivisi
DELLA SETTIMANA

 

Ultime NEWS