La Vis ci prova, Pineto tiene duro

La Vis ci prova, Pineto tiene duro
Banchieri

SERIE C – Finisce in parità la sfida del Benelli

La Vis Pesaro allunga contro il Pineto la serie positiva avanzando a piccoli passi. Il botta e risposta tra Teraschi e Zagnoni vidima il quinto pareggio nelle ultime sei giornate per i biancorossi che perdono l’imbattibilità difensiva, che si protraeva da tre partite, e mancano nel secondo tempo la chance per operare l’aggancio in classifica sull’Ancona peccando in fase di finalizzazione.

Il rientro di Valdifiori al fianco di Iervolino eleva la qualità del centrocampo di Banchieri che affida a Da Pozzo e Iervolino il compito di spingere. Non cambia il trio difensivo, dove viene rinnovata la fiducia al giovane Ceccacci, mentre Di Paola ha il compito d’ispirare De Vries e Pucciarelli. Come nelle precedenti tre uscite, la porta è difesa da Polverino che sostituisce l’infortunato Neri. Tre gli ex nelle fila del Pineto: il tecnico Amaolo, protagonista sulla panchina vissina di una bella risalita dai bassifondi della Serie D otto anni fa, oltre ai più recenti Lombardi e Borsoi con quest’ultimo che inizia dalla panchina.

La Vis Pesaro si rende pericolosa per prima con Di Paola, che sfiora il bersaglio su assist di Pucciarelli, e punge al 19’ con la deviazione di Valdifiori sugli sviluppi di un calcio piazzato: Tonti risponde presente. Il primo squillo del Pineto proviene da Njambe, che sollecita i riflessi di Polverino, prologo al vantaggio di Teraschi che infrange di destro su assist di Volpicelli l’inviolabilità del portiere biancorosso, durata poco più di 300 minuti. Bastano due minuti ai biancorossi per pervenire al pareggio, autografato dal difensore Zagnoni che anticipa tutti di testa da palla inattiva.

A inizio ripresa Banchieri ridisegna l’assetto con Rossoni in difesa, Mattioli sulla destra, Marcandella nel ruolo di trequartista e Karlsson in attacco sfiorando il sorpasso con Pucciarelli, ispirato dall’illuminazione di Di Paola, che trova l’intervento in scivolata di Baggi, determinante per sventare il vantaggio. Ci prova anche Karlsson, senza spaventare Tonti. Dal traversone dell’ex Castelfidardo Njambe scaturisce un pericolo per Polverino che si salva con qualche brivido. L’ingenuo doppio giallo rimediato da Tonti costringe il Pineto all’inferiorità numerica nell’infinito recupero, disputato col giocatore di movimento Della Quercia tra i pali per aver terminato gli slot riservati alle sostituzioni. Il centrocampista improvvisato portiere si rivela però insuperabile volando sul tentativo dal limite di Foresta. La Vis Pesaro deve così accontentarsi del punticino.

Il tabellino della gara.

VIS PESARO – PINETO  1 – 1

VIS PESARO (3-4-1-2): Polverino; Zagnoni (1’st Rossoni), Tonucci, Ceccacci; Da Pozzo (8’st Mattioli), Valdifiori, Iervolino (41’st Foresta), Zoia; Di Paola (13’st Marcandella); De Vries (1’st Karlsson), Pucciarelli. (A disp. Mariani, Giunti, Nina, Peixoto, Loru, Cusumano, Rossetti, Kemayou). All. Banchieri.

PINETO (3-5-2): Tonti; Evangelisti, De Santis, Marafini; Teraschi (15’st Borsoi), Baggi, Lombardi, Germinario (26’st Foglia), Njambe (41’st Della Quercia); Volpicelli (26’st Gambale), Chakir. (A disp. Mercorelli, Grilli, Di Filippo, Ruggiero, Villa, Macario). All. Amaolo.

ARBITRO: Nigro di Prato.

RETI: 28’pt Teraschi, 30’pt Zagnoni.

NOTE: espulso al 47’st Tonti per doppia ammonizione; ammoniti Di Paola, Tonucci, Baggi, Zoia, Valdifiori, Foresta; recupero 3’pt e 7’st.

Potrebbe interessarti anche

                       

Articoli correlati

                       

Dalla home
VUOI RIMANERE SEMPRE AGGIORNATO?

Iscriviti al nostro
canale telegram

Autore

I Più LETTI
DELLA SETTIMANA

I Più condivisi
DELLA SETTIMANA

 

Ultime NEWS