La Vigor distrugge il Fano, che schiaffone dagli ex

SERIE D – Nel 5-1 del Bianchelli spiccano il gol di Capezzani e la doppietta di Broso oltre a quella di Pesaresi. Senigallia straripa nel finale

La Vigor Senigallia straripa nel finale battendo con un inappellabile 5-1 un Fano combattivo nel derby del Bianchelli che pur provando a tenere sempre aperta la sfida nel finale si è lasciato travolgere dalla formazione di casa. Per mister Clementi l’unica assenza è quella dello squalificato Magi Galluzzi, mente Manoni rispetto alla partita col Campobasso sceglie Riggioni invece di Dubaz in una difesa interamente composta da fuoriquota, con Gonzalez a ispirare la coppia Padovani-Coulibaly.

L’intensità è molto alta sin dal calcio d’inizio con la Vigor parte con grande determinazione e dopo quattro minuti passa in vantaggio. Cross di Gambini dal vertice destro verso Pesaresi che nel corpo a corpo con Mancini finisce a terra la sfera finisce a Kerjota che spara col sinistro Guerrieri respinge, Pesaresi raccoglie e in girata incrocia preciso sul palo opposto senza lasciare scampo al portiere granata. Subito sotto come sette giorni fa contro il Campobasso l’Alma non si scompone e prova a restare in partita, ma soffre l’aggressività della Vigor e prima del decimo minuto rischia molto su un pallone perso in maniera maldestra davanti alla propria area da Pierfederci, ma la Vigor non riesce ad approfittarne. Dopo un altro paio di folate ammortizzate con un po’ di affanno dalla difesa ospite superato il quarto d’ora la Vigor raddoppia: Pesaresi trova il modo di mandare Kerjota al cross dal fondo sulla destra che centra basso, la difesa libera corto, al limite Capezzani raccoglie e con un rasoterra potente e preciso buca ancora Guerrieri firmando il gol dell’ex. Sul 2-0 la Vigor rallenta il ritmo, mantenendo il pieno controllo sulla gara, ma i ragazzi di Manoni riescono con pazienza ad alzare il baricentro, ma la difesa rossoblu controlla in maniera agevole e l’unica volta che gli ospiti riescono ad affacciarsi in avanti è al 25’ quando su una rimessa lunga in area un rimpallo favorisce Padovani che ci prova col destro, ma la palla carambola addosso a Zanni a terra uscendo sul fondo, ma tutto sarebbe stato vanificato dalla posizione irregolare del centrocampista granata. Nelle battute finali della prima frazione l’Alma riesce ad impensierire la difesa di casa in un paio di situazioni da calcio piazzato. Al 38’ uno schema da calcio d’angolo permette a Piefrederici di arrivare alla conclusione da ottima posizione anche se defilata, ma sul suo tiro si immola Gambini che sbarra ancora in corner. Sul successivo tiro dalla banierina Gonzalez pesca in area la testa di Urbinati che alza di poco sulla traversa. I ragazzi di Clementi capiscono che non è il momento di rilassarsi e prima del riposo tornano a rendersi pericolosi al 44’ Capezzani pesca con un preciso assist Kerjota prova la conclusione al volo col sinistro verso il palo lontano, ma il pallone finisce largo poi Marinoni manda tutto negli spogliatoi per l’intervallo.

Al ritorno in campo i due tecnici non operano cambi, ma la Vigor riparte alla carica colezionando occasioni in serie nei primi minuti della ripresa. Dopo pochi secondi sul tiro di Kerjota, Mancini alza con la schiena oltre la traversa dando l’impressione della rete. Sul corner successivo il folletto albanese pesca a centroarea la testa di capitan Pesaresi che vede il pallone destinato in gol respinto sulla linea da Allegrucci. Il Fano prova a riportarsi in avanti, ma pochi istanti più tardi rischia ancora di incassare la terza rete sulla ripartenza fulminate della Vigor, ma Balleello davanti a Guerrieri spreca l’ottimo suggerimento di Capezzani. Al 5’ Beu parte dall’out di sinistra e dopo un bello scambio in velocità con Pesaresi calcia dai venti metri, ma anche questa volta la sfera non centra il bersaglio. Il 3-0 sembra nell’aria e invece inaspettato arriva il 2-1 dell’Alma: Coulibaly trova il fondo e mette in mezzo rasoterra con Pierfederici bravo a farsi trovare al posto giusto per correggere in rete per accorciare le distanze e riaprire il match.

Il gol granata accende gli animi e al 9’ Marinoni ha il suo da fare a riportare la calma in campo nel parapiglia che si accende sulla trequarti difensiva granata dopo una serie di ruvidezze per la conquista della palla. La partita ora è combattuta e il Fano prova a crederci, ma la Vigor al 18’ riesce a rimettere le cose a posto quando Pesaresi finisce a terra in area sul contatto con Mancini, Marinoni non ha dubbi e assegna la massima punizione tra le proteste granata. È lo stesso Pesaresi ad incaricarsi del rigore spiazzando Guerrieri per il 3-1.

Il Fano non si dà per vinto e evita il quarto gol a metà tempo quando Kerjota su punizione testa i riflessi di Guerrieri che ribatte con i pugni. La Vigor amministra pungendo sempre di rimessa contro un Fano ormai sbilanciato in avanti e nel finale ad arrotondare il punteggio arriva la doppietta dell’ex Broso che punisce in maniera davvero severa un Fano che ci ha provato, ma si è dovuto arrendere di fronte alla forza e alla determinazione dei rossoblu.

Il tabellino
VIGOR SENIGALLIA-FANO 5-1
Vigor Senigallia
: Roberto, Scheffer, Beu; Marini, Romizi (88’ Pesaresi A.), Tomba; Kerjota, Gambini, Pesaresi D. (71’ Broso), Capezzani (67’ Baldini), Balleello (74’ Vrioni) All. – Clementi
Alma Juventus Fano: Guerrieri, Allegrucci (90’ Malshi), Roberti; Urbinati (51’ Pensalfini), Mancini, Riggioni; Gonzalez, Zanni (64’ Antonioni), Padovani, Coulibaly, Pierfederici (70’ Serges) All. – Manoni
Arbitro: Marinoni di Lodi
Reti: 4’ e 63’ rig. Pesaresi 16’ Capezzani 51’ Pierfederici 85’ e 87’ Broso
Ammoniti: Roberti, Capezzani, Zanni, Roberto, Gonzalez, Serges

Sergio Brizi
Author: Sergio Brizi

Potrebbe interessarti anche

                       

Articoli correlati

                       

Dalla home
VUOI RIMANERE SEMPRE AGGIORNATO?

Iscriviti al nostro
canale telegram

Autore

I Più LETTI
DELLA SETTIMANA

I Più condivisi
DELLA SETTIMANA

 

Ultime NEWS