La Provincia di Ancona in zona rossa ma Montemarciano lascia aperte le scuole

La decisione dell’amministrazione

Il Presidente della Regione Marche Francesco Acquaroli firma l’ordinanza con cui pone la Provincia di Ancona in zona rossa. Il provvedimento sarà in vigore da mercoledì 3 marzo alle ore 8,00 fino a venerdì 5 marzo alle 24,00 quando entrerà in vigore il nuovo Decreto del Presidente del Consiglio dei Ministri (fino al 6 aprile, Pasqua compresa) con le nuove misure per le zone rosse e la chiusura delle scuole di ogni ordine e grado. Ma a fronte dell’indicazione sull’indice
dei contagi e sulla facoltà dei Sindaci di decidere sull’apertura o meno delle scuole del proprio territorio, l’Amministrazione comunale di Montemarciano ha ritenuto di mantenere le scuole aperte, visto che la situazione dei contagi è sotto controllo e anche per venire incontro alle esigenze dei genitori e delle famiglie.

«All’Istituto comprensivo Montemarciano-Marina la situazione è sotto controllo – spiega la dirigente scolastica professoressa Angela Iannotta – a Montemarciano capoluogo non ci sono alunni in quarantena fiduciaria né alla scuola dell’infanzia, né alla primaria, né alla secondaria. Mentre a Marina abbiamo una sezione (19 bambini) della materna in quarantena, 2 classi (circa 45 bambini) alla primaria e nella secondaria di primo grado ci sono quarantene in una prima e in una seconda
classe. Al momento ci sono situazioni – comunque costantemente monitorate – di positività tra alunni, personale scolastico e insegnanti. Una fotografia al momento seria, che è già stata affrontata dalla scuola nei mesi precedenti e che non presenta numeri tali da suggerire l’adozione di eventuali ordinanze di chiusure generalizzate».

Restano in vigore, fino al 5 marzo, le misure dell’ordinanza in merito alla didattica a distanza, che stabiliscono la DAD al 100% per le scuole superiori (secondarie di secondo grado) di tutta la regione e le classi seconde e terze delle scuole medie (secondaria di primo grado) delle province di Ancona e Macerata. Valgono per la zona rossa le disposizioni nazionali contenute nel Dpcm del 14 gennaio 2021.

error: Contenuto protetto !!