La nuova frontiera dei parrucchieri: “Vorremmo fare moda ma ormai siamo un pronto soccorso dei capelli”

Mario Forcina

ASCOLI – Mario Forcina: “Le persone sono stressate e non hanno voglia di aspettare”

di Luca Gabrielli

Mario Forcina, titolare di Mario’s Team Parrucchieri, ci ha parlato di come sta cambiando il mondo della bellezza e dei parrucchieri in particolare: “Non siamo più produttori di bellezza ma veniamo visti come un pronto soccorso dei capelli. Le persone arrivano da noi – dichiara Forcina – che hanno solo bisogno di mettersi in ordine, non si guarda più il discorso della moda, che sembra ormai acqua passata. Se si potesse riuscire a tornare a stare un po’ più insieme dal vivo, si tornerebbe a parlare di un’estetica diversa e di un modo di lavorare diverso. Le persone sono ormai stanche, stressate e non hanno voglia di aspettare”.

“Noi cerchiamo di mettercela tutta – incalza Mario – con tanta voglia di fare moda ma non ci è possibile. Ripeto siamo diventati un pronto soccorso dei capelli, riusciamo a fare tutto cercando però di dilazionare gli orari. Non è più possibile stare in tanti qui dentro, si deve lavorare bene e con attenzione ma soprattutto I clienti devono cominciare a capire che bisogna prendersi più tempo, che un appuntamento deve essere preso con più anticipo. Alla nostra categoria non hanno fornito nessun tipo di ausilio, nessun ristoro fino ad ora, vediamo quello che esce nei prossimi giorni perché per ora non ci hanno detto assolutamente nulla”.

“In questo periodo di chiusure – prosegue Mario – si è favorito il lavoro nero che già c’era e non può considerarsi sommerso perché è tantissimo nel nostro settore e in quello dell’estetica. L’hanno favorito perché chi si serviva comunque da parrucchieri in nero lo ha fatto anche in questo periodo mentre noi eravamo chiusi. Quelli che hanno lavorato nelle case hanno incassato il quadruplo mentre noi niente, non è giusto. Il nostro mondo è stato cambiato dalla pandemia – conclude Forcina – perché non c’è più la ricercatezza di quello che va di moda e di tendenza. Ora si parla di necessità, di igiene e di praticità, molto più cruda e meno entusiasmante come cosa ma ci impegneremo a farla tornare come prima. Dobbiamo tornare a dare la qualità, ad avere pazienza e rispettarci l’un l’altro perché se c’è questo rapporto parrucchiere – cliente le cose verranno sicuramente meglio”.

error: Contenuto protetto !!