La Montagna fra transizione ecologica ed economia: forum a C.S.Angelo sul Nera

Il sindaco Mauro Falcucci, che ha promosso il Forum, e il giornalista Maurizio Verdenelli

Summit regionale con Acquaroli, Castelli, Latini, Spaterna ed amministratori regionali. Un intenso programma a ‘disegnare’ una via per contrastare la desertificazione

Sabato 29 luglio 2023 alle ore 16.30 avrà inizio, a cura del Sindaco Mauro Falcucci, il secondo Forum su La montagna, la transizione ecologica e lo sviluppo economico – presso la Sala Polivalente “Amici del Trentino Area SAE Capoluogo, Castelsantangelo sul Nera. Ritorna un importante evento a cui parteciperanno Francesco Acquaroli, Presidente della Regione Marche; Guido Castelli, Commissario straordinario Ricostruzione Sisma; Dino Latini, Presidente Assemblea Legislativa Marche; Stefano Aguzzi, Assessore regionale; Francesco Baldelli, Assessore regionale; Chiara Biondi, Assessore regionale; Andrea Spaterna, Presidente del Parco nazionale dei Monti Sibillini e Giuseppe Rivetti, professore di Diritto Tributario nell’ Università di Macerata. Il Forum sarà moderato dal giornalista Maurizio Verdenelli.

L’incontro intende valorizzare l’identità territoriale, intesa sempre più come motore di sviluppo, delle zone montane con particolare riferimento a quelle colpite dal sisma.
Al riguardo, occorrono modelli innovativi e soprattutto nuovi modi di utilizzare la leva fiscale – sottolineano il Sindaco Mauro Falcucci e il prof. Giuseppe Rivetti – il cui fine ultimo sia orientato alla creazione di reali possibilità di crescita del territorio. Appare, quindi, necessario realizzare interventi di sostegno integrati e pianificati che favoriscano la continuità dell’attività d’impresa, nonché l’attrazione di nuovi investimenti. La stessa sopravvivenza del tessuto sociale delle zone montane, colpite dal sisma, dipende dal rilancio del settore produttivo se vogliamo arginare lo spopolamento e impedire la dispersione del patrimonio storico, civile ed economico. In tale contesto i beni culturali e paesaggistici, nel pieno rispetto integrale della corrispondente tutela e salvaguardia, devono essere parte attiva del rilancio economico e sociale dei territori.
Urgono immediate misure normative e di concreto sostegno per fermare lo spopolamento, una forte accelerazione delle procedure per la ricostruzione che, in alcune aree fortemente colpite, stenta a partire anche perché sono propedeutici interventi di mitigazione dei dissesti idrogeologici e idraulici.

redazione
Author: redazione

Potrebbe interessarti anche

                       

Articoli correlati

                       

Dalla home
VUOI RIMANERE SEMPRE AGGIORNATO?

Iscriviti al nostro
canale telegram

Tag
Autore

I Più LETTI
DELLA SETTIMANA

I Più condivisi
DELLA SETTIMANA

 

Ultime NEWS