La mamma muore in ospedale, i figli ai sanitari: “Grazie per l’amore dimostrato anche a distanza”

Le parole di Gianluca e Katia Accorsi

Vi ringraziamo per tutto l’amore e l’umiltà che ci avete dimostrato, seppur a distanza, e ci auguriamo che una tale energia benefica possa diventare il virus più contagioso al mondo“. Con queste parole Gianluca e Katia Accorsi, hanno voluto ringraziare “con affetto e ammirazione” l’ospedale Mazzoni di Ascoli Piceno per le cure prestate alla loro madre, Giuliana Evangelisti, – che non era ricoverata per Covid – deceduta il 26 novembre scorso nonostante tutti gli sforzi del personale.

“La scomparsa improvvisa di una persona cara non è mai un evento facile da affrontare. Ma a tal proposito – hanno scritto in una lettera pubblica – vorremmo sottolineare la professionalità e l’umanità del dott. Vittorio D’Emilio, direttore del reparto di pneumologia dell’ospedale Mazzoni e di tutto il suo staff, con un ringraziamento particolare all’infermiera professionista Antonella Morganti. In un periodo storico come quello attuale, dove paura e solitudine fanno da padrone, – concludono – soprattutto in un ambiente ospedaliero, ognuno si è adoperato affinché nostra madre ricevesse le migliori cure e attenzioni, ma soprattutto non si sentisse abbandonata a sé stessa. Grazie per esserci ed esserci stati“.

(Ansa)

error: Contenuto protetto !!