La Maceratese tra l’annuncio di Mastronunzio e una rosa da completare

Salvatore Mastronunzio

PROMOZIONE – Per competere con le big serve sistemare l’organico

Manca solo l’annuncio della società ma l’arrivo di Salvatore Mastronunzio alla Maceratese è praticamente fatto. L’attaccante 41 enne si aggregherà alla squadra nei primi giorni della prossima settimana e comincerà a dare il suo contributo per la causa biancorossa. Dopo due amichevoli (al di là del risultato) però si nota come la formazione biancorossa sia ancora piuttosto incompleta per lottare con Civitanovese, Chiesanuova e Trodica per vincere il torneo di Promozione.

Innanzitutto la società non ha ancora trovato il portiere over fondamentale per dare sicurezza a tutto il reparto. Dei tre portieri attualmente in rosa (Giustozzi, Farroni e Simoncini) nessuno dà ampie garanzie e questo ruolo è fondamentale. In difesa Vallorani, che è un terzino destro, si adatterà a fare il centrale e dietro ai titolari le riserve non sembrano essere di grande livello.

In mediana manca un leader che possa avere qualcosa più degli altri: Piccolo, Giaccaglia, Massei e Pucci sono tutti bravini ma di medio alto livello per la categoria. Sarà il campo a parlare ma la sensazione che l’assenza di un Visciano (Civianovese), Campana (Chiesanuova) o Badiali (Trodica) potrà pesare nel corso della stagione.

Uno dei problemi principali di questa squadra è sicuramente il non avere esterni di ruolo. Infatti in rosa la Maceratese ad oggi non ha nessuno in mediana capace di saltare l’uomo e con qualsiasi modulo mister Nocera andrà a decidere di giocare le difficoltà saranno evidenti. Se dal mercato non arriveranno una o due pedine con queste caratteristiche il tecnico dovrà inventarsi qualcuno nel ruolo di esterno.

Ruolo di esterno che risulta fondamentale anche con l’innesto di Mastronunzio, dato che sarà decisivo ricevere cross. Con l’arrivo di Mastronunzio la coppia titolare dovrebbe essere composta da Tittarelli e Mastronunzio ma entrambi sembrano avere caratteristiche uguali da prima punta.

Insomma, c’è da tanto da lavorare per mister Nocera ma sicuramente la società sarà pronta ad accontentare le esigenze e colmare le lacune in questa ultima fase di mercato per permettere ai biancorossi di partire davanti a tutti e provare a vincere il campionato.

Dalla Home


Vuoi rimanere sempre aggiornato?

Articoli più letti della settimana