La Maceratese scopre Vittorini: “Ambiente superiore, playoff come un’opportunità”

ECCELLENZA – Il difensore arrivato a dicembre dalla Toscana titolare con la Sangiustese per la squalifica di Sensi: “Sono a disposizione”

Con la rotonda vittoria di domenica scorsa al Comunale di Villa San Filippo contro la Sangiustese VP, la seconda consecutiva dopo quella di settimana prima contro il Tolentino, si è rilanciata definitivamente per la corsa playoff la Maceratese che ha agganciato il quinto posto in classifica in coabitazione con il Castelfidardo e il Montegranaro. Tra i protagonisti della bella vittoria c’è sicuramente Matteo Vittorini che, arrivato nel mercato invernale dalla Correggese, vista la squalifica di Matteo Sensi è stato lanciato dal primo minuto al centro della difesa da Ruani, risultando uno dei più positivi nelle file della Maceratese, non pagando affatto l’emozione per l’esordio dal primo minuto con la maglia biancorossa.

Ed è proprio il difensore classe 1999, originario di Piombino ad analizzare la prova e la vittoria della sua squadra, raccontando anche l’emozione provata per il ritorno in campo dal primo minuto dopo diverso tempo:” Innanzitutto partiamo dal dire che la prova della squadra è stata una grande prova. Abbiamo giocato molto bene e secondo me già a fine primo tempo meritavamo qualcosa in più che poi è venuto nel secondo tempo. La prestazione e il risultato sono frutto del lavoro che stiamo facendo e che abbiamo sempre fatto. Per quanto riguarda me è stata sicuramente una giornata positiva, al di là della prestazione, perché comunque tornavo a giocare dal primo minuto dopo due mesi e quindi sono contento”. Dopo aver trascorso la prima parte di stagione alla Correggese, formazione militante nel girone A dell’Eccellenza Emilia-Romagna, il difensore toscano a inizio gennaio ha deciso di sposare il progetto della società con a capo il presidente Alberto Crocioni, giungendo così per la prima volta nella sua carriera nelle Marche.

“La possibilità di venire a Macerata è nata nel mercato di dicembre e a una piazza come Macerata è difficile dire di no, perché comunque viene sempre presa in considerazione per il blasone e la storia. Da quest’anno ho iniziato a fare esperienza fuori regione per crescere e migliorare e sicuramente questa esperienza alla Maceratese sta dando i suoi frutti. Sono stato accolto benissimo dal gruppo perché oltre a essere bravi calciatori sono bravissime persone che danno sempre il massimo negli allenamenti. L’ambiente e tutto il seguito che ha questa piazza è un ambiente da categorie superiori“. Arrivato a Gennaio, Vittorini ha vissuto in prima persona l’avvicendamento in panchina tra Dino Pagliari, sostituito da Pieralvise Ruani e con lui alla guida la Maceratese ha cambiato passo inanellando tre vittorie nelle ultime quattro partite, mostrando una crescita sia dal punto di vista del gioco che caratteriale:” Sicuramente qualcosa in noi è scattato, vuoi per il lavoro del nuovo mister, vuoi per i risultati, anche se secondo me prima non ci sono demeriti di mister Pagliari perché arrivando nel mercato invernale, per quel poco che ho potuto vedere c’era un legame molto forte con il mister. Poi nel calcio vengono fatte delle scelte. Io quando sono arrivato ho trovato un gruppo che ha sempre dato il massimo, allenandosi al cento per cento. Qualcosa, ripeto, in noi è scattato e il fatto che stanno arrivando anche i risultati ti porta a giocare con maggiore serenità e spensieratezza. Dobbiamo sfruttare al meglio questo periodo e continuare su questa strada”.

Ma non c’è tempo di festeggiare il blitz di Monte San Giusto che la mente è già rivolta all’ultimo impegno prima della sosta che vedrà la Maceratese ospitare all’Helvia Recina il Montefano in un match che mette in palio punti pesantissimi per l’alta classifica per entrambe:” Per noi da qui fino alla fine tutte le partite sono importanti, com’era importante vincere domenica scorsa in trasferta per dare continuità. Ora, prima della sosta abbiamo questa partita e dobbiamo chiudere positivamente. Il Montefano è una squadra importante e quindi sarà un match difficile, ma dobbiamo cercare di dare continuità di prestazioni e di risultati”. Il difensore biancorosso prosegue dando uno sguardo al campionato, soffermandosi sul rush finale e sulla corsa alla zona playoff che tocca molto da vicino la Maceratese:” Il campionato è tosto e molto equilibrato e di conseguenza non c’è molta differenza tra le squadre perché tutte le partite sono molto combattute. Non conoscevo il campionato di Eccellenza Marche, ma posso dire che rispetto ai campionati di Toscana e Emilia Romagna c’è molto più equilibrio. Noi dobbiamo continuare così e di conseguenza i risultati arriveranno. Dobbiamo cercare di vincere più partite possibili perché se poi non vinci diventa dura, ma comunque vedendo l’atteggiamento delle ultime gare, sono fiducioso per il finale”. Infine, per chiudere, Vittorini fissa i propositi da qui fino al termine della stagione:” Io non penso troppo al futuro, ma ora voglio solo concentrarmi a finire questa stagione. Non giocare o subentrare non è facile perché tutti comunque vogliono ritagliarsi il proprio spazio per giocare. Io lavoro e mi alleno sempre al massimo per cercare di mettere in difficoltà il mister nelle scelte, ma comunque alla fine è lui a decidere. Io accetto sempre con grande rispetto le scelte del mister, anche per rispetto verso i miei compagni. Sono a completa disposizione e quando vengo chiamato in causa faccio il mio cercando di dare sempre il massimo. Per quanto riguarda il discorso dei playoff, sono una occasione per provare a fare un salto. Sappiamo che è un percorso difficile e lungo e quindi non sarà facile, ma deve essere vista come un’opportunità e quindi daremo il massimo”.

Potrebbe interessarti anche

                       

Articoli correlati

                       

Dalla home
VUOI RIMANERE SEMPRE AGGIORNATO?

Iscriviti al nostro
canale telegram

Autore

I Più LETTI
DELLA SETTIMANA

I Più condivisi
DELLA SETTIMANA

 

Ultime NEWS