“La Maceratese ci dirà molto, che il Tolentino…Possa sognare”

Matteo Possanzini

ECCELLENZA – Il mister dei cremisi Possanzini è conscio: “All’Helvia Recina partita fondamentale, assenze mai state alibi. Il futuro? A giugno”

di Lorenzo Cervigni

Dalla Maceratese alla Maceratese. Dall’esordio in Coppa a uno scontro decisivo per il finale di stagione Cremisi. Matteo Possanzini traccia un primo bilancio della sua gestione sulla panchina del Tolentino alla vigilia di un derby che potrà “dire molto, ma non tutto”. “Se dovessimo fare risultato domenica potremmo sognare – dice –. Siamo a un punto del campionato in cui ogni partita può essere decisiva. Abbiamo lavorato molto per trovarci nelle condizioni di rendere speciali queste gare. Domenica sarà una partita fondamentale, ma non dobbiamo dimenticare da dove siamo partiti. Sono arrivato proprio alla vigilia del derby di Coppa. In squadra sappiamo tutti quanto lavoro e quanti sacrifici abbiamo fatto. Dovremo essere bravi a portare tutto questo in campo”.

“La Rata viene da un buon momento sotto il profilo tecnico – rilancia “Possa”, il coach cremisi –, ma sappiamo anche come la piazza chieda molto alla squadra. I tifosi vogliono primeggiare e questo ovviamente crea delle pressioni ai giocatori. Noi dovremo essere bravi, perché sono una squadra davvero temibile. Hanno colto risultati di grande prestigio nelle ultime settimane e penso che non meritassero di perdere contro il Montegranaro. Noi, comunque, andremo all’Helvia Recina per giocare a viso aperto, per controllare il gioco e fare la nostra partita. Le assenze? Non sono mai state un alibi – precisa – . Abbiamo una rosa di grande livello, nonostante gli infortuni gravi di diversi interpreti”.

Possanzini butta un occhio anche alla classifica. “Vedo tutto molto aperto – dice –. Molte squadre sotto di noi stanno facendo punti e risultati anche su campi difficili. Questo sicuramente tiene vivo il campionato, è ancora lunga. Ogni partita ha un peso enorme. Il mio futuro? Non ci penso ora. Sicuramente iniziare la stagione e non subentrare a campionato in corso permette di preparare il lavoro di un allenatore con maggiore cura, ma qua mi sono trovato bene. La società ha allestito una rosa importante e stiamo facendo bene. A giugno penseremo al futuro, oggi penso solo al derby”.

Andrea Busiello
Author: Andrea Busiello

Potrebbe interessarti anche

                       

Articoli correlati

                       

Dalla home
VUOI RIMANERE SEMPRE AGGIORNATO?

Iscriviti al nostro
canale telegram

Autore

I Più LETTI
DELLA SETTIMANA

I Più condivisi
DELLA SETTIMANA

 

Ultime NEWS