La furia del mare colpisce il Passetto: danni alla spiaggia

Allagate alcune grotte

L’ondata di maltempo che in questi giorni si è abbattuta sul capoluogo di regione non ha risparmiato la spiaggia del Passetto. Onde alte diversi metri hanno colpito il litorale del Passetto nel tratto compreso tra la scogliera posta ai lati del canale del collettore delle acque piovane sotto il Cardeto fino alla “Scalaccia”, compresa la zona della “Seggiola del Papa” e la spiaggia artificiale nei pressi dell’ascensore.

Mareggiate di questo tipo di solito capitano a cavallo tra il mese di febbraio e quello di marzo ma quest’anno il tempo sembra fare i capricci. Sta di fatto che ieri mattina, così come per l’intera giornata di giovedì, il tratto di costa che si trova sotto l’ascensore del Passetto era irraggiungibile proprio a causa della furia del mare. Causa mancanza di adeguate scogliere il mare ha costantemente allagato il camminatoio in cemento che si trova ai piedi della scalinata che scende dal Monumento ai caduti fino alla “Seggiola del Papa”.

Onde che non hanno risparmiato neppure il tratto di costa che si trova sotto l’ospedale Salesi all’altezza dello stradello che scende da via Panoramica. Furia del mare che ha staccato numerosi pezzo di cemento così come sono stati spazzati via dei muretti ma anche degli scivoli in legno che di solito vengono utilizzati per consentire l’ingresso in acqua di barca e gommoni dalla vicine grotte. A terra è arrivato di tutto: dai pezzi di plastica ai contenitori in polistirolo fino ad alcuni tronchi di medie dimensioni come se il mare si rivoltasse nei confronti dell’uomo per tutto quello che ci scarica ogni giorno. Alcune grotte si sono allagate ma quello che preoccupa di più è il camminatoio e la zona della rotonda.

Da queste parti il mare ha picchiato forte e i danni di certo non mancano. Un problema noto da tempo anche per il fatto che le scogliere posizionate anni addietro si sono inesorabilmente abbassate nel fondale con il passare degli anni. In poche parole queste scogliere, che di fatto si trovano di fronte alla zona della spiaggia artificiale, non riescono più a spezzare le onde e quando capitano queste mareggiate vengono superate senza tanti problemi dalla furia del mare. E pensare che basterebbe ma qui dovrebbe intervenire la Regione aggiungere una fila di scogli per poter garantire una minimo di tutela alla spiaggia ed evitare così costose opere di manutenzione a carico del Comune.

Dalla Home


Vuoi rimanere sempre aggiornato?

Articoli più letti della settimana