La frana di Ancona: il ricordo dei volontari della Croce Gialla in servizio 37 anni fa

Il drammatico racconto del dramma che sconvolse la città nella notte fra il 12 e il 13 dicembre 1982

La notte più lunga, quella che ha visto, nel giro di poche ore, venire giù la collina del Montagnolo portandosi dietro due interi quartieri compresi due ospedali il Geriatrico e l’Oncologico, il comando della Polizia Stradale, la sede della Facolta di Medicina e quasi 800 abitazioni per un totale di 3.700 sfollati.

 

E’ la notte tra il 12 e 13 dicembre del 1982. Da giorni piove a dirotto sul capoluogo di regione ma nessuno poteva mai immaginare che dà li a breve l’intera collina del Montagnolo sarebbe scivolata a mare fino a cambiare volto alla linea ferroviaria per oltre 2,5 km. L’apocalisse, o meglio la Frana Barducci, si scatenò attorno alle 22.45 quando nella zona di Posatora iniziano a sollevarsi strade e marciapiedi. A distanza di 37 anni siamo riusciti a rintracciare chi quella sera era di turno in Croce Gialla come Marco Muraioli: “Stavamo tornando da Torrette quando a malapena riuscimmo a superare i tanti avvallamenti che si stavano creando lungo la Flaminia. La strada si apriva sotto i nostri occhi ci sembrava di vivere una sorta di incubo qualcosa di irreale”.

“Per tutta la notte – continua Muraioli – non abbiamo fatto altro che portare via gli ammalati dal Geriatrico e dall’Oncologico. In poche ore dalle parti di Posatora iniziarono ad arrivare tante pubbliche assistenze provenienti da tutta la regione. Solo con l’arrivo delle prime luci dell’alba ci siamo resi conto di quello che era accaduto. Con l’allora presidente della Croce Gialla, Giuseppe Romagnuolo, effettuammo un sopraluogo in via Flaminia insieme ad altri volontari, tra cui Oberdan Manarini”.

Su quell’ambulanza, che a malapena riuscì a passare lungo via Flaminia, oltre a Marco Muraioli c’era Paolo Baggetta: “Dopo cena passai in Croce Gialla per mettere a punto le ultime cose circa l’inaugurazione di un nuovo mezzo dell’associazione che ci era stato donato dai commercianti di corso Garibaldi. Quando stavo per tornare a casa scattò l’allarme, tutti i mezzi furono mobilitati per portare i primi soccorsi compresa l’ambulanza che doveva essere inaugurata. Oltre che ad evacuare il Geriatrico e l’Oncologico c’era il problema delle tante persone inferme all’interno delle abitazioni che dovevano essere spostate altrove. Il telefono della Croce Gialla squillava in continuazione, fu una notte di inferno. Il ricordo è ancora vivo: alcuni volontari che proprio quella notte e nei giorni seguenti si prodigarono per portare aiuto alla popolazione purtroppo non sono più tra noi, come Giorgio Gasparini e tanti altri”.

In strada quella notte tra il 12 e 13 dicembre del 1982 anche Franco Modesti, il figlio di Silvio per tutti il “Tenente”, un pezzo di storia della Croce Gialla di Ancona: “Ero a casa quando mi hanno chiamato dicendomi quello che stava accadendo. Per raggiungere la sede della Croce Gialla che si trovava in via Montebello, nel centro di Ancona, sono passato dal Pinocchio. In quegli anni avevamo una sorta di pulmino per effettuare il giro degli ospedali ma quella notte assieme ad Annalisa Di Giangiacomo, venuta a mancare anni addietro, non riuscimmo a passare lungo via Flaminia. La zona della Palombella aveva cambiato volto come se la strada fosse stata bombardata. Le facciate delle case erano inclinate verso il mare. Quella notte portammo decine di ammalati all’ospedale Civile e a Torrette, che era in fase di costruzione ma alcuni reparti erano già operativi”.

Viabilità in tilt anche nel ricordo di Maurizio Tontarelli: “Con il passare delle ore il traffico era divenuto una sorta di incubo. Molte strade erano impraticabili, quelle poche ancora percorribili erano intasate dai mezzi di soccorso e da tutte quelle persone che cercavano una via di fuga. A distanza di anni ricordo ancora quei giorni e la disperazione della gente che aveva perso tutto”.

redazione
Author: redazione

Potrebbe interessarti anche

                       

Articoli correlati

                       

Dalla home
VUOI RIMANERE SEMPRE AGGIORNATO?

Iscriviti al nostro
canale telegram

Autore

I Più LETTI
DELLA SETTIMANA

I Più condivisi
DELLA SETTIMANA

 

Ultime NEWS