La Forsempronese difende il titolo tra Covid e assenze: “Daremo il massimo per vincere la coppa”

Michele Fucili, allenatore Forsempronese

ECCELLENZA – Il tecnico Fucili fa il punto verso la finale regionale di Coppa Italia contro l’Atletico Ascoli

La Coppa Italia di Eccellenza è l’habitat naturale del Fossombrone, tanto che i blucerchiati sono gli ultimi detentori del titolo e lo difenderanno domenica sul neutro di Senigallia nella finale regionale contro l’Atletico Ascoli. Un appuntamento che lo stesso Fucili vuole godersi a pieno, nonostante le numerose defezioni in rosa. “E’ una finale e meritata. Ce la siamo conquistata facendo un percorso importante e che ci ha portato fin qui. Ci teniamo moltissimo a vincerla e andare avanti nella fase nazionale. Ma non sarà semplice. Cercheremo di ottenere il massimo pur dovendo fare i conti con alcuni problemi di rosa”.

Il Fossombrone ha dovuto fare i conti con un importante focolaio Covid che ha decimato e non poco la squadra. Insieme al virus poi, ci sono anche le tante assenze causa infortunio. Le ultime, in ordine cronologico, riguardano due elementi importanti come Zingaretti e Barattini. Altra assenza di lusso è quella del terzino Marongiu che al momento si è dovuto fermare per problemi di salute in attesa di ulteriori esami. “E’ logico che non avrà la squadra al cento per cento, anche coloro che sono rientrati dal Covid non possono essere al massimo. Noi però confidiamo nella forza del gruppo che ci ha sempre contraddistinto, aiutarsi l’un l’altro. Non ci diamo per vinti, a Jesi abbiamo dimostrato di poter rimontare anche in pochi minuti. Vero, sarà una partita diversa con l’Atletico Ascoli che si è anche rinforzato ma noi daremo tutto per portare a casa la coppa”.

Dalla Home


Vuoi rimanere sempre aggiornato?

Articoli più letti della settimana