La Fermana di Cornacchini vola: abbattuto il Legnago

SERIE C – Neglia e Boateng decisivi in rimonta

di Lorenzo Attorresi

Vola la Fermana di Cornacchini. Quanti sono? 12 punti in sei partite. Prova di maturità superata, perchè i canarini sono riusciti a superare una delle prime grandi difficoltà dell’era del Condor. Quale? Aver preso gol subito, in uno scontro diretto, dopo soli due minuti e mezzo, tra l’altro a causa di una ingenuità colossale (Antonelli ha segnato con un tocco in area piccola su rimessa laterale gettata lunga).

Poi, però, i gialloblu hanno avuto il merito di reagire ed ottenere una vittoria in rimonta, senza perdere la bussola. Ideale aver pareggiato subito: Mordini si rifà immediatamente dopo la dormita nella sua area (lui l’uomo anticipato) con un cross perfetto, Cognigni prende posizione e viene trattenuto da Bulevardi. Rigore netto che Neglia (ancora esterno) incrocia nel sacco. Se in mezzo al campo spicca l’appena arrivato Graziano (subito titolare al posto di Grbac), davanti è sempre Neglia a spaventare il Legnago con una staffilata a chiudere il tempo.

Il gol del sorpasso a inizio ripresa, confezionato proprio da Neglia (cross su angolo battuto corto), Cognigni (spizzata) e Boateng, abile a spingere il pallone in porta sul secondo palo. Fermana in vantaggio a 40′ dal termine. I canarini, poi, si sono un po’ abbassati, prima in un 4-3-1-2 che non ha convinto il Condor, ripassato subito al canonino 4-4-2. L’unico neo? All’80’, quando Scrosta (formidabile la sua prova) ha rischiato tantissimo su un contrasto in area con Bulevardi. Meno male che l’arbitro non ha fischiato un rigore che in presa diretta poteva starci.

Nei minuti di recupero gol annullato per offside al Legnago e Fermana ad esultare per una vittoria fondamentale. A +4 sui playout, in attesa dei risultati di domani, i gialloblu si sono creati un piccolo tesoretto da gestire nelle prossime cinque, complicatissime, partite.

Il tabellino
FERMANA – LEGNAGO 2 – 1
FERMANA (4-4-2) Ginestra; De Pascalis (40’st Rossoni), Manetta, Scrosta, Mordini; Iotti, Graziano, Grossi (13’st Grbac), Neglia (40’st Raffini); Cognigni, Boateng (18’st Demirovic) (A disp: Massolo, Tantalocchi, Manzi, Staiano, Cremona, Sperotto, Palmieri, Bonetto) All: Cornacchini
LEGNAGO (4-3-1-2) Pizzignacco; Zanoli, Bondioli, Perna (37’st Stefanelli), Ricciardi (9’st Girgi); Antonelli (30’st Pellizzari), Giacobbe, Bulevardi; Morselli (9’st Laurenti); Rolfini (9’st Grandolfo), Luppi (A disp: Pavoni, Corvi, Yabre, Zanetti, Lovisa, Mazzali) All: Bagatti
ARBITRO Sfira di Pordenone
RETI 3’pt Antonelli, 16’pt Neglia su rigore, 4’st Boateng
NOTE ammoniti Morselli, Iotti, Ginestra, Laurenti; angoli 5-2; recupero 1’+5’; gara a porte chiuse

Articoli più letti della settimana