La Fermana continua i colloqui: paparazzata con un altro mister

Catalano a destra, di spalle il ds Andreatini che copre il dg Conti

SERIE C – Caffè pomeridiano in un noto bar. Di chi è quella pelata? Si tratta dell’ex Imolese Pasquale Catalano

Pasquale Catalano a Porto San Giorgio. Di nuca il ds Andreatini

Ore 18, noto bar di Porto San Giorgio, quello nei pressi del casello autostradale, quello omonimo proprio di quell’attaccante della Fermana. Avvistati Conti e Andreatini, seduti a tavolino con una terza persona. Zoom e via, la foto non mente. Accanto a loro un mister dagli aspetti tricologici abbastanza chiari. Ma che mandano in confusione.

Sarà che adesso la pelata alla Guardiola va di moda. Ma chi è quel tecnico che sta parlando con i direttori della Fermana? Vuoi vedere che è Roberto Stellone appena retrocesso con l’Arezzo? No, troppo magro e con poca barba. Non è che si tratta di Antonio Calabro, colui che è stato capace di portare il Catanzaro al secondo posto del girone C? La somiglianza è forte, ma la soluzione non convince: il braccio del paparazzato non è pompato come quello del pugliese.

Ritorno di fiamma con Stefano Sottili, dunque? No. Il capitolo con l’ex Pistoiese fanese d’adozione si è chiuso prima di cominciare. Eccola, allora, la giusta intuizione. A colloquio con il dg Fabio Massimo Conti e il ds Massimo Andreatini c’è…Pasquale Catalano, mister classe ’71, nato a Bari ma residente a Giulianova. Proprio lui, l’ex Imolese che al Romeo Galli nella scorsa stagione è rimasto in carica da dicembre ad aprile, prima subentrato e poi esonerato.

Autore di un buonissimo approccio con 13 punti nelle sue prime 8 partite con l’Imolese, Catalano ha vissuto poi una seconda parte complicatissima che ha avuto origine proprio dal 2-0 patito il 21 febbraio al Recchioni contro la Fermana di Cornacchini. Quel giorno, tra le due panchine, fu guerra e Catalano dimostrò di avere lo stesso ardore agonistico di Jo Condor. Quello che evidentemente i canarini cercano per il post.

Ora la chiacchierata con la Fermana. Che possa nascere qualcosa in più? A proposito di mister…calvi, Enzo Maiuri è sempre nei pensieri della Fermana come lo stesso Stefano Protti che invece di capelli ne ha da vendere. Loro due, ad oggi, rimangono sempre in pole (leggi l’articolo), ma intanto i casting continuano.

Le somiglianze ingannevoli

Catalano

 

Calabro

 

Sottili

 

Stellone