La favola del “barman paracadutista” di Montecosaro: dopo aver rischiato la vita, Fabio torna a volare (FOTO)

Salvo per miracolo dopo un errore medico, si “regala” un brevetto di volo

A giugno del 2018 ha rischiato veramente di volare in cielo, e purtroppo non parliamo di aerei, ma della concreta possibilità di chiudere il conto con l’esistenza a causa di un errore medico. Accadde, infatti, che prima di un piccolo intervento alla spalla, l’ago usato per anestetizzarla abbia raggiunto e perforato un polmone, causandone il collasso. Un errore che fu scoperto solamente alcuni giorni dopo, quando, nonostante il suo grave stato di malessere generale, era stato comunque dimesso dalla clinica. Ne seguì un intervento d’urgenza per inserire un drenaggio polmonare e dopo diverse settimane, fortunatamente, tutto tornò nella norma.

Parliamo di Fabio Santoni, 48enne barman di Montecosaro, che ieri mattina è volato di nuovo in cielo, ma questa volta a bordo di un piccolo aereo, per riprendere una sua vecchia passione, quella del lancio con il paracadute. Dopo il servizio di leva nei Parà della Folgore, ha pensato più volte di rispolverare quel brevetto ma per un motivo o per l’altro non lo aveva mai fatto, fino a quest’anno. La scorsa estate ha ricominciato a studiare, frequentando il corso organizzato dall’Associazione Nazionale Paracadutisti d’Italia di San Ginesio con sede a Montecosaro e dopo aver superato brillantemente tutti i test, ieri mattina c’è stato finalmente il lancio, il primo dopo 28 anni. L’ultima volta che aveva provato l’emozione di scendere col paracadute risaliva al lontano 27 agosto del 1991, durante il servizio di leva.

“E’ stata una grandissima emozione – ci racconta un soddisfatto Fabio Santoni – ed è stato come tornare indietro nel tempo. Ho rivissuto la stessa trepidazione e le stesse sensazioni di quasi trent’anni fa, quando ero un giovane e spensierato militare di leva. Colgo l’occasione – aggiunge – per ringraziare la locale sezione dell’A.N.P.d’I., nella persona di Giovannino Berdini e dell’istruttore Giuseppe De Angelis”.

Giada Berdini
Author: Giada Berdini

Potrebbe interessarti anche

                       

Articoli correlati

                       

Dalla home
VUOI RIMANERE SEMPRE AGGIORNATO?

Iscriviti al nostro
canale telegram

Tag
Autore

I Più LETTI
DELLA SETTIMANA

I Più condivisi
DELLA SETTIMANA

 

Ultime NEWS