La Divisione Calcio a 5 invoca i test rapidi

Cus Ancona in azione

FUTSAL – “L’aggiornamento del protocollo per l’attività dilettantistica di rilievo nazionale è al vaglio della Figc”

Così come anticipato nelle varie riunioni effettuate con le società dei campionati nazionali, la Divisione Calcio a 5 riporta quanto comunicato in data odierna dalla Lega Nazionale Dilettanti in materia di protocollo sanitario e tamponi.

“L’aggiornamento del protocollo per l’attività dilettantistica di rilievo nazionale è al vaglio della Figc”. Lo fa sapere la Lega Nazionale Dilettanti, che ha inoltrato la proposta d’integrazione a quello attualmente in vigore per il tramite del suo responsabile medico, il professor Carlo Tranquilli. E’ stata formulata una proposta di adeguamento per il campionato di Serie D e per le altre competizioni dilettantistiche di interesse nazionale (Divisione Calcio a 5 e Dipartimento Calcio Femminile).

La modifica riguarda principalmente l’adozione di tamponi di screening utilizzando test rapidi antigenici, ormai diffusi in ogni settore (dalla scuola alle attività produttive), per la prevenzione della diffusione del contagio, effettuabili presso le società interessate. Si tratta di un’integrazione fondamentale per innalzare il livello di sicurezza e per dare maggiore regolarità allo svolgimento delle attività. Una volta valutata dalla commissione medico scientifica della Figc, l’integrazione del protocollo potrà trovare rapida applicazione. Un iter che la Lega Nazionale Dilettanti spera possa concludersi in tempi brevi, dal momento che la ripresa del campionato è ormai alle porte.

Comunicato a parte, resta il fatto che la variazione al protocollo dovrebbe essere accompagnata da una serie di controlli con i test rapidi che potrebbero essere fatti 24 ore prima della partita. Test che ovviamente hanno un costo economico non indifferente che quasi sicuramente sarà a carico delle società. Nel fine settimana nel girone del Cus Ancona in serie B nazionale si giocherà nella giornata di sabato il recupero della gara tra Recanati e Cesena, mentre sabato potrebbe scendere in campo la Ternana contro il Potenza Picena. Per quello che riguarda il Cus Ancona, dopo le gare saltate con Ternana e Cesena, i dorici non scenderanno in campo nemmeno questo fine settimana e molto probabilmente nemmeno il prossimo. I 4 tesserati risultati positivi al Covis 19 anche al secondo tampone saranno chiamati ad effettuare il terzo tampone non prima di sabato 28 novembre.


Articoli più letti della settimana