La difesa è un colabrodo, Farroni evita la goleada

PAGELLE VIS PESARO – Bakayoko senza Gavazzi brancola nel buio, nessun pallone giocabile per Fedato: attacco impalpabile

Farroni 6,5: altri tre gol subiti dopo i tre rimediati dall’Ancona e i cinque incassati dal Rimini. La difesa meno perforata del campionato è un ricordo lontano che si perde alle prime giornate di campionato, ma lui i suoi interventi prodigiosi li compie sempre. Senza di quelli il risultato sarebbe stato più pesante: l’unico a salvarsi dal naufragio. Para anche un rigore a Lanini.

Ghazoini 5: prova a reggere l’urto, ma gli inserimenti delle mezzali emiliane a supporto degli esterni lo mettono in difficoltà.

Rossoni 5: tutto sommato regge l’urto nella prima frazione. Quando entra Montalto affonda come tutta la squadra.

Bakayoko 5: vale il discorso del collega di reparto Rossoni. Con Gavazzi che lo guida è un altro giocatore. Senza il supporto del campionato brancola nel buio: commette anche un fallo da rigore che Lanini sbaglia, lasciandosi ipnotizzare da Farroni.

Zoia 5,5: tiene la zona di competenza cercando di turare le falle che si aprono a getto continuo. È uno degli ultimi a inabissarsi.

Astrologo 5: la sua partita dura un tempo. Si lascia prendere in mezzo dai centrocampisti della Reggiana e la vede raramente.

Cusumano (dal 1’st) 5: entrato per dare brio alla manovra, fatica a calarsi nel contesto di una partita in cui la Vis esce di scena nella ripresa.

Coppola 5,5: senza Gavazzi tocca a lui dare personalità e mestiere a una Vis spaesata. Prova ad arrabattarsi cercando di non perdere palloni, ma alla lunga perde vigore.

Aucelli 5: giovane alle prime esperienze nel duro mondo della Serie C era partito bene, adesso sta tirando il fiato dovendo giocare sempre per mancanza di alternative.

Cannavò 5: il giocatore incisivo ammirato nelle passate stagioni a Pesaro si è perso. La mancanza di giocate decisive oltre che del gol lo sta condizionando.

Sanogo (dal 42’st) sv

Fedato 5: al rientro dalla squalifica viene ingoiato dalla difesa a tre della Reggiana. La mancanza di palloni giocabili gli toglie ogni speranza d’incidere.

Schiattarella (dal 45’st) sv: classe 2006, almeno lui ricorderà a lungo questo sabato di fine ottobre al Mapei Stadium.

Provazza 5: l’impegno non manca, ma non riesce mai a portare brividi alla retroguardia emiliana. Sostituito a inizio ripresa.

Egharevba (dal 7’st) 5: vale il discorso di Provazza. Impalpabile.

Sassarini 5: la sua Vis aveva iniziato alla grande in campionato, ma è rimasta senza benzina troppo presto. Un punto e nemmeno un gol segnato nelle ultime quattro giornate: la piega assunta dal campionato biancorosso non è affatto bella.

Michele Raffa
Author: Michele Raffa

Potrebbe interessarti anche

                       

Articoli correlati

                       

Dalla home
VUOI RIMANERE SEMPRE AGGIORNATO?

Iscriviti al nostro
canale telegram

Autore

I Più LETTI
DELLA SETTIMANA

I Più condivisi
DELLA SETTIMANA

 

Ultime NEWS