La Civitanovese sarà protagonista: Profili a colloquio con tutti, Miramontes e Vechiarello restano

Matias Miramontes

PROMOZIONE – Il presidente al lavoro per ricompattare il gruppo dopo il caos degli ultimi giorni. Falkenstein è già a Civitanova, Ribichini a un passo dal rinnovo

Come recita un vecchio detto, “il silenzio è d’oro”. Il Presidente Mauro Profili zitto zitto sta facendo i fatti. Nelle ultime ore ha cominciato a ricontattare i giocatori che lo scorso anno sono stati protagonisti. Infatti apprendiamo che Miramontes rimarrà in riva all’Adriatico, così come Vechiarello e Galdenzi, i quali avrebbero trovato l’accordo. Con Ferrari c’è qualche problemino, ma cono ogni probabilità alla fine dei conti il Presidente riuscirà a trovare l’accordo. Nelle prossime ore contatterà Ribichini, ma anche in questo caso non dovrebbero esserci problemi perché “Furia” ha espresso più volte il suo amore per i colori rossoblu. Poi sarà la volta di Federico Franco, Martin Garcia e qualche altro della vecchia guardia. Falkenstain è confermatissimo ed è già a Civitanova, e sembra addirittura che abbia recuperato dai guai fisici che lo hanno afflitto la stagione scorsa, perciò sarà una grande risorsa per mister De Filippis. Tornerà Renzi che ha maturato esperienza lo scorso anno a Grottammare, mettendo in mostra tutto il suo valore così come ha fatto Lorenzetti quando chiamato in causa a sostituire Testa tra i pali. Sempre da Radio Mercato abbiamo appreso che la Civitanovese sta trattando un difensore centrale che lo scorso anno ha giocato in serie D in una squadra abruzzese con un notevole passato in Serie A e che ultimamente è stato protagonista nelle Marche vincendo 2 campionati consecutivi e che ora è in uscita da questa società. Pare che il Presidente Profili lo abbia già incontrato e che è disposto a fare un piccolo sacrificio economico per fargli vestire la casacca Rossoblu. Se ci mettiamo anche Luca Catinari, i fratelli Salvati, Smerilli e qualche altro giovane, la Civitanovese è bella che fatta e sarà grande protagonista. D’altra parte una volta confermato lo zoccolo duro e inserito tre o quattro pedine importanti, la squadra non ha bisogno di grandi stravolgimenti.

Ti potrebbero interessare

Articoli più letti della settimana

Articoli più condivisi

Ultime dalla provincia