La Civitanovese esulta con Panichi e pensa al calcio giocato

Mauro Profili, patron Civitanovese

Società rossoblu al fianco del neo presidente Figc Marche e attiva sul mercato in vista di una possibile ripartenza del campionato a marzo

di Aldo Caporaletti

C’è soddisfazione in casa Civitanovese per l’elezione, sabato scorso, di Ivo Panichi presidente del Comitato Regionale Figc, in sostituzione di Paolo Cellini in sella da un ventennio. Panichi è stato eletto al primo turno con 205 voti, riuscendo ad evitare di poco il ballottaggio, al quale avrebbe dovuto fronteggiare l’accordo Camilletti-Cellini. L’ex presidente è uscito male dall’elezione non riuscendo a confermare, con 71 voti ottenuti, nemmeno le deleghe a proprio
favore.

Ivo Panichi

Il patron della Civitanovese, Mauro Profili, si era schierato con il candidato Panichi – con il pieno consenso della società rossoblu – quale delegato all’assemblea nazionale LND. Panichi dovrebbe assicurare il giusto mix di esperienza e rinnovamento. Nella fase pre-campionato, egli si era dimostrato aperto all’ascolto delle società, contrarie alla composizione dei tornei come delineata dal Comitato Figc. C’è attesa per la ripresa dei campionati che dovrebbe avvenire in marzo (allenamenti al via in febbraio), come aveva pronosticato il presidente rossoblu Profili (che ieri ha festeggiato il 50° compleanno) in un’intervista dopo la sospensione.

Dovrebbero disputarsi solo i gironi d’andata con le promozioni determinate dai playoff, ma decisioni in tal senso sono demandate al nuovo Comitato Regionale. La Civitanovese, che ha un girone di andata favorevole negli scontri diretti, è impegnata nella finestra di mercato, attualmente prolungata a fine febbraio. Due le partenze certe: il difensore e capitano Bordi, che fa il doppio salto e approda al Porto Sant’Elpidio in Serie D e l’esterno d’attacco Piergallini, poco brillante a inizio stagione, che si riavvicina a casa per motivi di lavoro. Resta il mediano, ex Maceratese, Perfetti e torneranno a Civitanova alla ripresa degli allenamenti: il difensore Fabiano (ora in Calabria) e il centrocampista Bangoura (in Piemonte). Tra gli arrivi, quello dell’esterno alto 30enne Andrea Mandorlini dal Montemilone Pollenza, destinato a rimpiazzare Piergallini, ma utile anche come difensore esterno.

Mandorlini è un ex: giocò nella Civitanovese di patron Antonelli nella stagione 2012-13 in Serie D, proveniente dalla Giacomense (Serie C2). Mandorlini ha disputato la Serie D, dopo aver conquistato la categoria, anche con la Folgore Falerone (2015-16), mentre ricordiamo il torneo di Promozione vinto, nella stagione 2018-19, con il Valdichienti Ponte di mister Giandomenico, che lo aveva prelevato dal Porto Sant’Elpidio. Il Ds rossoblu, Spadoni, annuncia altri arrivi per la prossima settimana in difesa e a centrocampo. Un difensore esterno per sostituire Bordi e, in un centrocampo forte in fase di copertura (Visciano-Perfetti), un abile finalizzatore, lacuna evidenziata nel pre-campionato. In attacco, probabilmente, si andrà avanti con Tittarelli-Russo e Matteo Salvati prima alternativa.

error: Contenuto protetto !!