La Cbf Balducci assapora i tre punti ma vince solo al tie break

Un'azione del match

VOLLEY FEMMINILE A2 – Le orange scappano sul 2 a 0, Sassuolo rimonta,  poi Fiesoli chiude una lunghissima azione regalando la prima vittoria esterna a Macerata

La Cbf Balducci HR Macerata supera anche il primo impegno ufficiale fuori dalle mura amiche espugnando Sassuolo al tie-break, mostrando sia forza d’urto nell’approccio alla gara che capacità di sacrificio in un incontro a due volti.

Nelle file di Macerata, Luca Paniconi conferma lo starting six che aveva piegato Ravenna all’esordio, mentre il coach della Green Warriors Maurizio Venco inizia con Anikeeva per Zojzi opposta a Balboni e Civitico per Aliata al centro con Busolini, confermando le bande Gardini e Dhimitriadhi e il libero Rolando.

Sassuolo parte contratta e non riesce mai a mettere pressione al servizio alla CBF Balducci: Fiesoli, Michieletto e Bresciani ricevono da par loro e il muro arancio-nero lascia solo le briciole agli attacchi delle padrone di casa. I muri di Martinelli, Fiesoli e Ricci scavano un solco pressoché definitivo (5-15). Sassuolo non si arrende e sul 13-22 recupera 3 punti con Gardini e Anikeeva ma capitola 16-25 sotto i colpi di Martinelli, Malik e Michieletto.

La Green Warriors sembra approcciare meglio il secondo set, ma sul 5-4 il turno al servizio di Michieletto consegna l’inerzia del set nelle mani di Macerata: il primo tempo di Pizzolato porta la Cbf Balducci sul 5-10. Sassuolo cerca di non concedere altro ma fatica a sfruttare il cambio palla e sul 13-18 un altro turno al servizio di Michieletto affonda le padrone di casa: Pizzolato mura su Anikeeva per il 13-20 ed è sempre lei a trovare l’ace per il 14-23. Esordio per Alice Gasparroni in A2, mentre Fiesoli trova il set ball e l’errore in attacco di Dhimitriadhi consegna il secondo set alla formazione ospite.

Dal terzo set inizia un’altra partita: Sassuolo sostituisce Anikeeva con Zojzi ma soprattutto inizia a farsi più incisiva al servizio, rendendo la vita più difficile alla formazione di Paniconi. Ne giova l’attacco della Green Warriors, trascinato dalla top scorer Gardini (30 punti). Malik prima e la stessa Ghezzi poi pareggiano i conti portando il punteggio sul 23 pari ma non basta: la scatenata Gardini, prima in attacco e poi al servizio, trova i due punti decisivi che riaprono il match. Sassuolo fa suo anche il quarto set (25-21) completando la rimonta.

La formazione di casa fiuta l’impresa e parte forte portandosi avanti 3-1 con la solita Gardini e difendendo con i denti. Con una buona ricezione, pazienza e tanta Malik (5 punti per lei nella fase iniziale del tie-break) sono però le ospiti ad andare avanti sul cambio campo (6-8). Non è finita, Gardini e Dhimitriadhi tengono Sassuolo in quota fino al 13 pari ma la spunta Macerata 13-15: Malik e Fiesoli mettono la parola fine alla lunghissima sfida che frutta due punti alla Cbf Balducci, brava sia a colpire forte dall’inizio che a soffrire nei momenti di difficoltà di fronte ad una Green Warriors ostica e mai doma.

Il tabellino

GREEN WARRIORS SASSUOLO – CBF BALDUCCI HR MACERATA 2-3

GREEN WARRIORS SASSUOLO: Mammini, Colli (L), Zojzi 4, Balboni 1, Gardini 30, Cantaluppi ne, Dhimitriadhi 12, Fornari ne, Busolini 12, Anikeeva 2, Rolando (L), Stanev ne, Civitico 7, Bondarenko ne. All. Venco.

CBF BALDUCCI HR MACERATA: Bresciani (L), Martinelli 15, Cosi, Michieletto 11, Gasparroni, Ghezzi 2, Ricci 6, Stroppa, Peretti, Pizzolato 11, Fiesoli 13, Malik 20. All. Paniconi

ARBITRI: Mesiano-Lorenzin

PARZIALI: 16-25 (23′), 14-25 (21′), 25-23 (26′), 25-21 (27′), 13-15 (20′)

NOTE: Green Warriors 10 errori in battuta, 5 aces, 46% ricezione positiva (20% perfetta), 33% in attacco, 6 muri vincenti; CBF Balducci 11 errori in battuta, 6 aces, 70% ricezione positiva (42% perfetta), 36% in attacco, 11 muri vincenti.

Dalla Home


Vuoi rimanere sempre aggiornato?

Articoli più letti della settimana

Articoli più condivisi