La Biagio nella tana del Gallo con tante assenze

Mister Malavenda

ECCELLENZA – Fuori Tomba, Terranova, Rossini e Ruzzier

Nuovamente l’Atletico sulla strada della Biagio. L’inflazionata denominazione, stavolta, è quella dell’Atletico Gallo (già Atletico Gallo Colbordolo, Azzurra Gallo Colbordolo, Azzurra 2000, in origine semplicemente Gallo).

Altro impegno duro, al cospetto di una delle formazioni più accreditate del torneo, reduce da due vittorie consecutive dopo un inizio incerto. Contro i rossoblù di Mariotti servirà la partita perfetta, anche perché la Biagio si presenterà all’appuntamento ancora una volta a corto di effettivi. Non saranno infatti della partita il portiere Tomba (stiramento), il laterale Terranova (lesione del retto femorale della gamba destra, ne avrà almeno per un mese), il centrocampista e capitano Rossini (problema al collaterale del ginocchio destro) e l’attaccante Ruzzier (squalificato). Da valutare le condizioni di Carbonari, a rischio causa affaticamento muscolare. Chi scenderà in campo dovrà pertanto dare tutto ciò che ha e forse ancor di più.

La fiducia non manca perché, come rimarcato da mister Malavenda dopo la brillante e generosa prova di domenica scorsa, tutti i giocatori a disposizione hanno dimostrato di essere parte integrante di un gruppo in costante crescita. Fischio d’inizio domenica alle ore 15.30 al campo sportivo di Gallo di Petriano. Direzione di gara affidata ad Alessio Ercoli della sezione di Fermo. Assistenti Serafino Marche della sezione di Ascoli Piceno e Alessandro Bara della sezione di Macerata. Dal punto di vista dei precedenti, da ricordare la vittoria squillante ottenuta dai rossoblù sul campo di Gallo, che risale alla sedicesima giornata del campionato 1980-81 e coincise con il ritorno su quel terreno di gioco dopo lo sfortunato epilogo dello spareggio di quindici anni prima. La Biagio di Sauro Bonetti, subentrato a Marino Recchi, contro ogni pronostico, s’impose nettamente per 3-0, grazie alla rete iniziale di Andrea Bedini e alla doppietta del compianto “Peppe” Ciotti, che subentrò proprio a Bedini a inizio ripresa.

Dalla Home


Vuoi rimanere sempre aggiornato?

Articoli più letti della settimana

Articoli più condivisi

Ultime dalla provincia