Juniores, Loreto rischia lo 0-3 a tavolino: “Stiamo valutando di non scendere in campo”

Andrea Capodaglio, presidente del Loreto

CALCIO – L’impianto non è provvisto di tutti i certificati, il presidente Capodaglio: “Siamo arrivati a una condizione estrema e non so più cosa fare”

Verso il clamoroso ko a tavolino per il Loreto. La formazione juniores sabato dovrebbe giocare in casa al Capodaglio contro il Montemilone Pollenza ma l’impianto non è provvisto di tutti i certificati per poter disputare le sfide interne. “Stiamo valutando di non scendere in campo sabato e quindi andremo incontro a una sconfitta a tavolino – dice Andrea Capodaglio, presidente del Loreto – L’impianto, da un anno e mezzo, deve essere omologato per ospitare sfide di calcio. Come già annunciato la prima squadra sta guardandosi intorno per andare a giocare altrove visto che la situazione non si sblocca. Per questo motivo, ad oggi, non farò giocare i ragazzi della juniores sabato pomeriggio. E’ una valutazione dolorosa ma inevitabile perché siamo arrivati a questo punto dopo solleciti di tutti i generi con la vecchia e a questo punto nuova amministrazione. Non mi resta che chiedere aiuto ai funzionari o a chi ha l’autorità per decidere su queste cose: siamo arrivati a una condizione estrema e non so più cosa fare. Mi dispiace soprattutto per i ragazzi ma non possiamo fare diversamente: avevamo valutato con la Figc di giocare tutte le partite in trasferta ma non è stato possibile perché si sarebbe falsato il campionato“.

Ti potrebbero interessare


Articoli più letti della settimana

Ultime dalla provincia